Messina, Ganzirri pronta ad osannare San Nicola: il programma della festa

Ad agosto la solenne processione in onore del patrono dei pescatori e dei cocciolari

foto tratta dai social-network

foto tratta dai social-network

Inizierà ufficialmente il 4 agosto il percorso spirituale che porterà la comunità dei fedeli di Ganzirri a celebrare il santo patrono del quartiere, San Nicola, storico protettore dei pescatori e dei cocciolari, nonché dell’intesa siglata fra le due fazioni in perenne rivalità.

Le reliquie passeranno, come da tradizione, davanti alle feluche e alle barche per la benedizione delle gente di mare. Successivamente, attraversando il centro abitato, il Santo verrà chiamato ad estendere la sua tutela sui fanciulli nei pressi della Torre Borbonica, per poi assistere ai fuochi d’artificio in suo onore. Infine il ritorno in chiesa, in un tripudio di grida di giubilo e sullo sfondo musicale della banda. Questo il programma completo delle iniziative previste:

  • Martedì 4 agosto ore 21.30 adorazione eucaristica nel lago
  • Venerdì 7 agosto ore 18.00 sfilata bande musicali (banda musicale di Larderia, banda musicale di Santo Stefano Briga, banda musicale di Salice, gruppo majorettes di Villafranca tirrena);
    • Ore 21.00 Concerto con bande
  • Sabato 8 agosto ore 21.30 commedia brillante la via dei morti e dei vivi del gruppo teatrale parrocchiale “U refulu malandrinu”
  • Domenica 9 agosto ore 17.00 entrata trionfale della banda musicale “G. Verdi” Citta’ di Graniti ed esecuzione di marce sinfoniche in piazza.
    • ore 18.00 Santa Messa solenne in onore di San Nicola
    • ore 19.00 Solenne processione del simulacro per le vie del villaggio ed imbarco sulla nuova feluca enti patrocinanti i tradizionali e secolari festeggiamenti in onore di San Nicola patrono di Ganzirri: Comune di Messina, Assessorato alla cultura del comune di Messina, Comune di Graniti, Provincia regionale di Messina, Assessorato regionale alla cultura e alle identità siciliane, Soprintendenza ai BB.CC. di Messina, Assemblea Regionale Siciliana, Ministero dei Beni Culturali.