Messina: arrestati un 23enne Albanese e un 31enne egiziano per spaccio di stupefacente

manetteI Carabinieri delle Stazioni di Rometta Marea agli ordini del Maresciallo Aiutante Barbera e della Stazione di Fondachello Valdina agli ordini del Maresciallo Aiutante Carmelo Carbone, nella giornata di ieri, con l’ausilio del Nucleo cinofili di Nicolosi stavano effettuando un servizio di prevenzione al fenomeno dello spaccio di stupefacente su tutta la fascia tirrenica.

I militari delle stazioni tirreniche, in territori che fanno da “cuscinetto” tra Messina e Milazzo, avevano registrato da alcuni mesi un cospicuo traffico di stupefacenti che riforniva tutti i giovani pusher della zona. I Carabinieri delle stazioni di Rometta e Fondachello Valdina, in sinergia tra loro, individuata un’abitazione in Spadafora, località Arcipretato, come possibile base per lo spaccio si stupefacenti, decidevano di seguire le mosse del proprietario di casa ed effettuare un controllo.

da sinistra Carbone,Barbera cap Ruotolo

da sinistra Carbone,Barbera cap Ruotolo

Nella tarda mattinata di ieri i Carabinieri intercettavano SCIOTTO EMANUELE, classe 1981, di Torregrotta, commerciante, mentre era a bordo della sua autovettura. Con l’ausilio dei cani i Carabinieri perquisivano prima l’autovettura e poi l’abitazione dello Sciotto sequestrando circa 8 grammi di cocaina e circa 10 grammi di Hashish il tutto già diviso in dosi, nonché un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Parte dello stupefacente si trovava sapientemente occultato all’interno di un vano creato ad hoc nell’abitacolo della vettura e solo grazie al grande fiuto dei cani è stato possibile recuperarlo. Il sequestro di stupefacente di diversa natura e  di un bilancino di precisione, dimostra che lo Sciotto commerciava diversi tipi di stupefacente ed era ben attrezzati per la suddivisione in dosi.

Sciotto veniva tratto in arresto in flagranza per detenzione illegale di stupefacente ai fini di spaccio  e tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.