Mercato Reggina: tre “big” in uscita verso piazze importanti, tante richieste dalla B

Reggina, prime mosse di mercato per il momento tutte in uscita: si lavora per monetizzare ma senza svendere i propri gioielli

reggina savoia 2-2 (54)La Reggina inizia a muoversi sul mercato nell’attesa di nuovi sviluppi sull’intricata situazione societaria: dopo la presentazione della domanda d’iscrizione ci sono due settimane di tempo per regolarizzare la situazione economica e presentare la fideiussione richiesta per la partecipazione al prossimo campionato di Lega Pro. Una situazione complessa che coinvolge molti club, e che lascia ancora aperta per la Reggina la porta del sogno ripescaggio in serie B. Intanto, però, c’è l’esigenza di fare cassa per ottenere immediata liquidità: tre “big” amaranto, tutti prodotti del vivaio del Sant’Agata, potrebbero lasciare il club nei prossimi giorni. Si tratta di Alessio Viola, Giovanni Di Lorenzo e Giuseppe Rizzo.

reggina viola di lorenzoAlessio Viola, 24 anni, la Reggina cucita sulla pelle, parte sempre a malincuore ma è vicino al Foggia. Corteggiato fortemente da mister De Zerbi, può diventare grande protagonista di una squadra che in vista del prossimo campionato sta costruendo un’autentica corazzata con l’obiettivo di centrare la promozione in serie B. Nonostante la giovane età, Viola ha già indossato la maglia della Reggina in 86 partite ufficiali, siglando 19 reti: dall’esordio del 2009 in serie A fino alle esperienze da protagonista in serie B, prima nel 2011 (decisivo con i suoi 4 gol nel girone di ritorno per raggiungere i playoff), poi nel 2012 (sempre 4 gol tutti nel girone di ritorno). In Lega Pro ha già giocato (sempre in prestito) con Monza, Carpi, Frosinone e Benevento. Quest’anno con la Reggina il suo score migliore di sempre, con 8 reti e 2 assist nonostante nella prima parte del torneo entrava in campo raramente solo per piccoli spezzoni di partita (4 partite da titolare nelle prime 27 del campionato). Ha concluso alla grande ed è stato decisivo per la salvezza, adesso vorrebbe rimanere in amaranto ma il club potrebbe sacrificarlo per monetizzare.

reggina di lorenzo terzino ottimoGiovanni Di Lorenzo, 22 anni, è ormai pronto alla serie B dove ha già giocato con la maglia della Reggina. Per lui 61 presenze ufficiali con la squadra che l’ha lanciato nel mondo del calcio “allevandolo” sin da quando era bambino. Ben 38 presenze (condite da un assist) nell’ultima stagione in Lega Pro, ha dimostrato di potersi disimpegnare bene in varie posizioni della linea difensiva, sia da centrale che da terzino su entrambe le fasce. Molto giovane e di prospettiva, interessa a diversi club di serie B.

rizzo regginaGiuseppe Rizzo, 24 anni, può vantare addirittura 11 presenze in serie A con la maglia del Pescara nel 2013. Con la Reggina ha giocato 114 gare ufficiali (3 gol e 4 assist), poi quest’anno l’esperienza di Perugia (9 presenze playoff compresi, un assist) sempre in B dove giocherà anche il prossimo anno. Tante le pretendenti per assicurarsi le prestazioni del centrocampista messinese, tra cui alcune big: Cagliari, Livorno, Cesena e Salernitana.

viola reggina 55La Reggina lavora quindi in uscita, anche se è difficile che qualcosa si possa muovere nell’imminenza. Prima bisogna capire come evolveranno le trattative per l’ingresso di nuovi soci nel club, poi si vedrà. Certamente la società, che da un lato ha l’esigenza di monetizzare, dall’altro non ha alcuna intenzione di svendere i propri gioielli e dalla cessione di Rizzo, Di Lorenzo e Viola punta ad ottenere una cifra complessiva vicina ai 2 milioni di euro.

messina reggina 0-1 30 maggio (29)E’ grande l’interesse di altri club, alcuni di serie A, per i giovanissimi che si sono messi in mostra nell’ultima stagione e in modo particolare per Giuseppe Maimone (21 anni), Francesco Salandria (20 anni), Domenico Mazzone (18 anni) e Ador Gjuci (17 anni) ma al momento non sono ancora state intavolate trattative per la loro cessione e non è da escludere che possano rimanere in amaranto. Sono elementi di grande valore e prospettiva, potrebbero anche continuare a crescere in riva allo Stretto per rappresentare la Reggina del futuro.