Lavoratore licenziato, il tribunale di Reggio ordina il reintegro. La Filcams CGIL esulta

La Filcams Cgil di Reggio esulta per la sentenza ottenuta nei confronti della CLIMB srl con la quale il Tribunale di Reggio dichiara illegittimo il licenziamento del lavoratore Salvatore Cammareri

filcams-cgil al rettoratoLa Filcams Cgil di Reggio Calabria  esulta per la  sentenza  ottenuta  nei confronti della CLIMB srl con la quale il Tribunale di Reggio Calabria dichiara illegittimo il licenziamento del lavoratore Salvatore Cammareri, iscritto alla FILCAMS CGIL e difeso dall’avvocato Giuseppe Parisi, facendolo reintegrare.  A commentare la sentenza n,1674/15 R.Gen. emessa dal giudice Dott.Antonio Salvati  della sezione lavoro e previdenza, è il segretario di categoria Samantha Caridi. “II Giudice del lavoro, annulla il licenziamento per giustificato motivo oggettivo comunicato al lavoratore con nota del 10/04/2015 , e obbliga la CLIMB srl a riassumerlo entro 3 giorni oppure a risarcirlo con un indennità pari a8 mensilità . Questa è una vittoria importante che assume un valore rilevante nella lotta contro le discriminazioni dei lavoratori, confermando il valore dell’art. 18 della legge 300/70 “Statuto dei Lavoratori”.,  modificato  dal Governo Renzi». “Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti”, oggi possiamo dire che con questa sentenza giustizia è stata fatta non solo per Salvatore Cammareri., ma per tutti i lavoratori, contro i licenziamenti illegittimi e contro l’arroganza padronale. Per noi la differenza sta nel diritto, e questa sentenza, emessa dal giudice del lavoro,  ribadisce con fermezza  questo diritto. Inoltre, afferma anche il principio del diritto del giudice, di entrare nel merito del licenziamento, di verificare e giudicare l’illegittimità del licenziamento stesso, cosi come prevedeva l’originale formulazione dell’articolo 18″.