L’appello del Sen. Caridi sul decreto enti locali: “cari senatori calabresi, votate contro il Governo o dimettetevi”

Il  Senatore Antonio Caridi, membro del gruppo Grandi Autonomie e Libertà, si pronuncia in merito alla bocciatura di un emendamento al decreto enti locali che avrebbe stabilizzato i lavoratori LSU-LPU calabresi

antonio-caridi“Mi rivolgo a tutti i colleghi Senatori PD che rappresentano la Calabria: con il decreto enti locali non verranno stabilizzati i lavoratori LSU – LPU, sarà un danno irreparabile per la nostra terra, se avete un minimo d’orgoglio votate contro il vostro Governo o dimettetevi, perché non fate gli interessi dei calabresi.”

Lo afferma in una nota il Senatore Antonio Caridi, membro del gruppo Grandi Autonomie e Libertà, in merito alla bocciatura di un emendamento al decreto enti locali che avrebbe stabilizzato i lavoratori LSU-LPU calabresi.

“Che Renzi e il PD nazionale se ne freghino della Calabria – aggiunge Caridi ormai è assodato,  loro si fanno vedere solo in campagna elettorale. Ma i Senatori PD che vengono eletti in Calabria come fanno a votare a favore di un decreto che produrrà dei veri e propri disastri? Con quale faccia si presenteranno sul territorio? Votare a favore di questo decreto significa voltare le spalle a 5000 lavoratori che da oltre vent’anni vivono una condizione di perenne precarietà.

Questo Governo ha dimenticato il Sud e la Calabria – continua Caridigli amministratori calabresi del PD dovrebbero prenderne atto e ribellarsi, così come i Parlamentari dovrebbero avere il coraggio di non votare la fiducia ad un esecutivo che per il nostro territorio ha creato solo disagi e disperazione, un voto contro il Governo è un voto per i calabresi”.