Lamezia Terme (CZ): sequestrati 6mila prodotti insicuri e potenzialmente pericolosi

L’azione ispettiva svolta dai finanzieri si è concentrata su un esercizio commerciale di Lamezia Terme (CZ), gestito da soggetti di etnia cinese

guardia-di-finanzaProsegue l’attività dei “baschi verdi” del gruppo della Guardia di Finanza di Lamezia Terme finalizzata a garantire il corretto funzionamento del mercato dei beni e servizi, con specifico riferimento alla tutela della sicurezza dei prodotti posti in commercio nel pieno svolgimento della stagione estiva. Nel contesto, l’azione ispettiva svolta dai finanzieri si è concentrata su un esercizio commerciale di Lamezia Terme (CZ), gestito da soggetti di etnia cinese, dedito alla vendita all’ingrosso di articoli casalinghi e giocattoli. Nel corso dell’ispezione dei locali aziendali sono stati individuati e sequestrati, fra l’altro, salvagenti gonfiabili e cuffie da mare, privi delle informazioni minime per i consumatori – obbligatorie per legge – sulle adeguate modalità d’uso e sui pericoli derivanti da utilizzo non conforme. I medesimi oggetti erano anche privi di indicazioni necessarie circa l’origine e la provenienza, nonché sul tipo e le caratteristiche dei materiali dai quali sono composti, tutti elementi indispensabili ad assicurare la qualità del prodotto e, quindi, a tutelare gli acquirenti dei beni. L’estensione del controllo ha consentito di rinvenire, inoltre, più di 4 mila oggetti vari, soprattutto di cancelleria per ufficio, parimenti posti sotto sequestro amministrativo per le medesime ragioni. Il responsabile dell’esercizio commerciale è stato segnalato all’autorità amministrativa.