Jovanotti a Messina, le Fiamme Gialle hanno portato ordine: stanati sei parcheggiatori abusivi

Multe anche per contraffazione, ricettazione e bagarinaggio. La presenza di Jovanotti al San Filippo ha portato ad uno sforzo ulteriore della Guardia di Finanza

concerto jovanotti messina 18 luglio 2015 (6)La tappa sullo Stretto di Jovanotti è stata fruttuosa. Per l’artista, ovviamente; per gli esercenti, stante gli incassi; ma anche per la Guardia di Finanza che, in occasione del concerto, ha sequestrato un centinaio di capi contraffatti, denunciando tre soggetti all’autorità giudiziaria. L’accusa, nei loro confronti, è quella di contraffazione e ricettazione. Anche i parcheggiatori abusivi sono finiti nel mirino: sei persone sono state riconosciute e sanzionate per le loro attività illecite e le contestazioni ammontano complessivamente a 18mila euro. Fra gli altri rilievi emersi, 13 lavoratori non in regola sono stati impiegati da datori di lavoro poco rispettosi delle normative ed un bagarino di origine campana è stato identificato.