“Festival Ecojazz 2015”, XXIVesima edizione dal 4 al 7 agosto a Reggio

Reggio, si rinnova l’appuntamento con il  “Festival Ecojazz” nato spontaneamente dopo l’omicidio del giudice Antonino Scopelliti

ecojazz concerto polimeniPronta a partire la ventiquattresima edizione per il “Festival Ecojazz” del direttore artistico Giovanni Laganà, dell’Associazione culturale “Art Blakey”, in programma dal 4 al 7 Agosto 2015 a Reggio Calabria. Si rinnova l’appuntamento con la manifestazione nata spontaneamente, come una sorta di ribellione in musica dopo l’omicidio del giudice Antonino Scopelliti, avvenuto il 9 agosto del 1991 a Campo Calabro di Reggio Calabria. Quell’episodio, oltre a lasciare sgomenti i reggini innestò la voglia di fare, partendo dalla musica. Il festival si aprirà col consueto ed unico al mondo appuntamento mattutino, martedì 4 agosto, alle 4.40 in località “Rotondetta” sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria, “Il jazz incontra la Fata Morgana”, con l’ospite d’eccezione ossia Farzanek Joorabchi, musicista di setar e dotar, cantante, nata a Teheran, dove ha studiato con i maggiori maestri persiani, perfezionandosi con Alizadeh. Si tratta di un progetto originale per Ecojazz, con Farzaneh Joorabchi (voce e setar) con Filippo Pedol al contrabbasso. I due musicisti, una di world music e l’altro di provenienza jazz-classica, s’incontrano in riva allo Stretto, in una sinergia che non è la sommatoria di due individualità ma una fusione in una forma originale che abbraccia il contesto in cui si svolge. Mercoledì 5 agosto, alle ore 22.15 al Centro equitazione Foti di Pellaro a Reggio Calabria, torna a Reggio Calabria il trombettista Luca Aquino con “OverDoors” (tributo a The Doors), con Aquino suoneranno Dario Miranda al basso, Antonio Iasevoli alla chitarra e Lele Tomasi alla batteria. Dopo un intenso tour mondiale, il musicista, originario di Benevento, propone dal vivo il suo settimo progetto discografico dedicato al gruppo californiano. Un Aquino inedito in versione “rock” che reinterpreta i brani celebri della sua band preferita. Giovedì 6 agosto, alle ore 22.15, al Centro equitazione Foti di Pellaro a Reggio Calabria in concerto Sarah Jane Morris (voice) e Antonio Forcione alla chitarra. La cantante dalla voce imponente, più volte paragonata a Nina Simone e Janis Joplin, incontra il musicista definito da Paul McCartney “Chitarrista dal tocco magico”. La Jane Morris ha girato il mondo partecipando ai più importanti festival jazz. Ha cantato a Sanremo in coppia con Riccardo Cocciante nel 1991 e con Noemi nel 2012. In chiusura, venerdì 7 agosto, alle ore 22.15 al Centro equitazione Foti di Pellaro a Reggio Calabria suoneranno: Joey Calderazzo (piano); Jasper Somsen al basso; Justin Faulkner (batteria). Joe Calderazzo è nato nel Usa ma è di origine calabrese, uno dei pianisti più completi e travolgenti dell’attuale scena musicale internazionale. Ha conquistato importanti collaborazioni con musicisti quali John Patitucci, Steve Kuhn, Brandford Marsalis. Suonerà accompagnato dal contrabbassista Jasper Somsem col suo sound prorompete e dal funambolico batterista Justn Faulkner. «Si tratta di un’edizione nata dal nulla, come tante altre volte del resto, perchè è priva di basi economiche concrete – afferma patron Laganà – un’avventura i cui esiti non conosciamo perchè non parte da basi economiche concrete. Un rischio a carico dell’associazione per non fare morire una manifestazione definita dalla stampa “un festival dal particolare significato jazzistico”. Sarebbe una grave perdita anche per la nostra città».