Dieni: “la Casa Circondariale di Reggio è un modello di eccellenza”

La deputata del M5S: “sono rimasta tuttavia ben impressionata dall’ottimo stato degli ambienti e dagli ottimi servizi rieducativi forniti ai detenuti”

aprire porte del carcere“La Casa Circondariale di Reggio Calabria è un modello di eccellenza che andrebbe replicato in tutta Italia” questa l’impressone della deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni a seguito della sua visita al carcere cittadino e dell’incontro con l’amministrazione e i detenuti, prima tappa del suo viaggio nella giustizia calabrese. Continua la parlamentare: “in realtà il caso della Casa Circondariale è del tutto particolare dato che si tratta di una struttura in cui i carcerati rimangono giusto il tempo dei processi, mentre poi vengono spostati in altri luoghi. Sono rimasta tuttavia ben impressionata dall’ottimo stato degli ambienti e dagli ottimi servizi rieducativi forniti ai detenuti”. Nonostante questo, secondo la deputata, non tutto, però è positivo: “Se ci sono dei problemi, questi sono attribuibili, come spesso avviene, alle inefficienze del Governo. Anzitutto va segnalata la carenza di organico che, nonostante l’ottimo lavoro del personale, ha inevitabilmente delle ripercussioni. Inoltre assai criticabile è l’utilizzo dello stesso per servizi di trasferimento detenuti, quando un sistema di videoconferenza ramificato in tutta Italia consentirebbe notevoli risparmi. Per creare economie servono investimenti. E questo ho intenzione di comunicarlo quanto prima al Ministro Orlando in una lettera che gli invierò. Nel frattempo il vero ringraziamento va a quanti si spendono per il nostro carcere reggino che hanno permesso di farlo divenire un esempio del fatto che anche il pubblico può essere eccellente, anche in Calabria. ”