Crollo viadotto sull’A3: autorizzata l’Anas a demolire le campate

Crollo ponte: Procura Agrigento apre inchiestaLa Procura della Repubblica di Castrovillari, d’intesa con il procuratore generale di Catanzaro Raffaele Mazzotta, ha autorizzato l’Anas a demolire quattro campate del viadotto Italia sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Una quinta campata, chiusa al traffico ed in via di demolizione, era crollata il 2 marzo scorso provocando la morte di un operaio. Da allora la Procura ha sottoposto a sequestro, probatorio e preventivo, tutto il viadotto, ed il tratto dell’A3 tra Laino Borgo e Mormanno e’ stato chiuso al traffico con deviazioni sulla viabilita’ locale e conseguenti code e rallentamenti. La demolizione delle campate sulla carreggiata sud dell’autostrada, gia’ indebolite e di cui era prevista la demolizione, dovrebbe essere propedeutica alle prove di stabilita’ sulla carreggiata opposta che potrebbe poi essere riaperta una volta ultimati i lavori e dissequestrata la struttura. La decisione della Procura ha fatto seguito ad un’integrazione del progetto presentato in precedenza da Anas inviata dal presidente della societa’ Gianni Vittorio Armani con la quale l’azienda si impegna ad attuare sistemi di protezione passiva dei piloni per evitare che possano accidentalmente rimanere danneggiati in conseguenza delle operazioni di demolizione delle campate.

Foto d’archivio