Il “comitato 14 luglio” celebra il 45° della Rivolta di Reggio: le iniziative previste

Martedì 14 luglio saranno 45 anni che la città di Reggio Calabria si ribellò alla decisione del governo dell’epoca di privarla del ruolo di capoluogo di regione

QUARANT'ANNI FA LA RIVOLTA DI REGGIO CALABRIA/SPECIALEMartedì 14 luglio saranno 45 anni che la città di Reggio Calabria si ribellò alla decisione del governo dell’epoca di privarla del ruolo di capoluogo di regione. Furono mesi di grande tensione e di drammatiche proteste: scuole e uffici pubblici chiusi, barricate in molti quartieri, cariche della polizia, carri armati per le strade, morti, feriti, arrestati, processati. Ci vollero molti anni affinchè la città si riprendesse da questo colpo quasi mortale inferto dalle lobby del centrosinistra nazionale (con la colpevole ignavia e subalternità di quello locale) e memorabili battaglie in tutti i consessi elettivi degli uomini migliori che Reggio potesse esprimere al tempo, per citarne alcuni: Ciccio Franco, Giuseppe Reale, Piero Battaglia, Antonio Dieni, che con tenacia e duri confronti, riuscirono a “strappare” almeno alcune importanti istituzioni, tra le quali la Corte d’Appello, l’Università, la sede del Consiglio regionale, l’Università per Stranieri. Solo dopo 40 anni Reggio ha avuto il giusto, seppur tardivo, indennizzo con il riconoscimento del ruolo di Città metropolitana, grazie all’intuizione e alla lungimiranza di due esponenti di opposti schieramenti: Giuseppe Scopelliti e Giuseppe Bova. A distanza di 45 anni, quindi,  il “Comitato 14 luglio”, che raggruppa diverse sigle di associazioni, movimenti e partiti che fanno riferimento ai valori della destra storica e che da sempre si adoperano affinchè questa ricorrenza non cada nell’oblio, intendono celebrare questo anniversario nel ricordo delle 5 vittime (Labate, Campanella, Iaconis, Curigliano e Bellotti), delle centinaia di mutilati e feriti nel corso dei sette mesi di protesta e delle umiliazioni subite da tutti i reggini.

Le iniziative messe in campo saranno molteplici e di seguito si elenca il programma di massima.

-          venerdì 10 luglio: dalle ore 18 alle 21 – volantinaggio di sensibilizzazione per stimolare gli abitanti del quartiere Gebbione a salvaguardare e adottare la villetta intitolata al Martiri della Rivolta

-          sabato 11 luglio: dalle ore 19 alle 21 – azione di volontariato per ripulire (ancora una volta) la villetta “Martiri della Rivolta”

-          lunedì 13 luglio – dalle ore 19 – nel quartiere di sbarre “aspettando il 14 luglio” manifestazione pubblica in piazza

-          martedì 14 luglio:

Ore 10 presso il “Monumento alla Rivolta” cerimonia ufficiale con deposizione di un    omaggio floreale e interventi dei rappresentanti delle varie associazioni presenti.

Ore 18 presso la villetta “Martiri della Rivolta” – ricollocazione delle targhe vigliaccamente divelte nelle scorse settimane.

Ore 18,30 incontro-dibattito: “Reggio, Roma e la Città Metropolitana”.

Ore 21 concerto di musica alternativa

-    mercoledì 15 luglio – ore 21 presso la “Terrazza Futurista” – proiezione del documentario “I Moti di  Reggio Calabria del 1970” e successivo dibattito.