Bronzi di Riace e Museo Nazionale della Magna Grecia: oltre 10.000 firme dall’Italia e dal mondo al Ministero per valorizzarli insieme

Domenica 2 agosto alle ore 10, nella sala conferenze del Museo di Reggio Calabria, verranno consegnate al rappresentante del Ministro Franceschini le firme della petizione promossa su Firmiamo.it dal Comitato Bronzi-Museo RC. Temi dell’evento: i bronzi come beni identitari e inamovibili e la riapertura totale del Museo

 Bronzi-Riace-consegna-firme-FirmiamoITI Bronzi di Riace sono i beni identitari del Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria – come lo sono la Gioconda per il Louvre e la Venere di Botticelli per gli Uffizi – e sono altresì fragilissimi. Per queste due valide ragioni non possono essere spostati dalla loro sede, che deve invece essere ulteriormente valorizzata con la totale riapertura delle sale museali. A chiederlo sono stati i ben 10.772 aderenti dall’Italia e dal mondo alla petizione “Proteggiamo i Bronzi di Riace! promossa su Firmiamo.it dal Comitato per la Valorizzazione e la Tutela dei Bronzi di Riace e del Museo Nazionale della Magna Grecia (link petizione: http://goo.gl/EPBsZH - hashtag iniziativa: #protoeggiamoibronzi). Le 10.772 firme, a rappresentanza di una diffusa volontà popolare, saranno consegnate al rappresentante del Ministro dei Beni Culturali Dott. Salvatore Patamia, Segretario Regionale dei Beni Culturali e Responsabile pro-tempore del Museo di Reggio, in un evento ufficiale programmato per domenica 2 agosto alle ore 10 presso la sala conferenze del Museo stesso.

La consegna dei risultati della petizione su Firmiamo.it sarà anche un momento di dialogo tra i promotori dell’iniziativa Francesco Alì e Pasquale Amato (Comitato Bronzi – Museo Reggio Calabria) e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al fine di consolidare una volta per tutte l’inamovibilità dei Bronzi di Riace. Qualsiasi ipotesi di spostamento è difatti da considerarsi chiusa per sempre per due solide ragioni:

1. i due capolavori di inestimabile valore mondiale sono i beni identitari del Museo Archeologico Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria e il maggiore attrattore, in simbiosi col Museo,  dell’intera Calabria in tutto il mondo;

2. la loro estrema fragilità comporta un alto rischio di danni in caso di movimentazioni anche minime, documentata dalle relazioni dei Restauratori e dei Soprintendenti in oltre 40 anni e definitivamente confermata dalla Commissione tecnico-scientifica di esperti esterni e interni al Mibac nominata nel 2014 dal Ministro Franceschini.

Altro tema affrontato durante l’incontro sarà quello della riapertura totale del Museo Nazionale della Magna Grecia, attualmente disponibile al pubblico solo in parte, con la richiesta di una scadenza certa a partire dalla quale cittadini e turisti potranno godere di tutti i tesori della struttura piacentiniana.

L’incontro sarà seguito, alle ore 11, da una relazione del restauratore della Soprintendenza Archeologica della Calabria Cosimo Giorgio Schepis, autore nel Palazzo Campanella del terzo ed ultimo restauro assieme a Paola Donati dell’Istituto Centrale del Restauro. Schepis illustrerà – col supporto della proiezione di una ricca e inedita documentazione fotografica – lo stato di rischio in cui sono state trovate le opere e le modalità adottate per una ripulitura meticolosa che ne ha fermato il processo di degrado e le ha riportate a nuova vita.

La concomitanza dell’Evento con la prima domenica del mese garantirà l’ingresso gratuito a tutti coloro che vorranno partecipare.

Interverranno:

- I componenti del Comitato per la Valorizzazione e la Tutela dei Bronzi di Riace e del Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, Francesco Alì e Pasquale Amato (docente universitario di Storia dell’Europa contemporanea)

- Il Segretario Regionale dei Beni Culturali e Responsabile pro-tempore del Museo di Reggio Calabria, Dott. Salvatore Patamia

- Cosimo Giorgio Schepis, restauratore Soprintendenza Archeologica della Calabria

I numeri della petizione:

- 10.772 firme sul sito Firmiamo.it (link: http://goo.gl/EPBsZH)

- oltre 20.000 condivisioni complessive su tutti i principali social network

- 3.650 fan per la pagina Facebook “Comitato Bronzi di Riace e Museo Magna  Grecia di Reggio Calabria”

Link petizione: http://goo.gl/EPBsZH).

Hashtag iniziativa: #proteggiamoibronzi