Beneficenza solidale al centro degli impegni estivi della Norman Academy in Sicilia

Nonostante le incessanti attività solidali che vedono impegnata la Delegazione Sicilia della Norman Academy, non è cessata l’attività benefica

Foto 1Nonostante le incessanti attività solidali che vedono impegnata la Delegazione Sicilia della Norman Academy,  non è cessata l’attività benefica che quest’ultima, per il tramite del suo Delegato Regionale Antonino Smiroldo e dell’Accademico Salvatore Vassallo, ha portato avanti con costanza, dedizione e passione in favore dei più bisognosi. Recentemente entrambi si sono recati presso la “Fondazione della Congregazione delle Piccole Sorelle dei Poveri” con sede a Messina, una tra le strutture presenti nei 32 paesi dei 5 continenti, fondate grazie a Jeanne Jugan che nell’inverno del lontano 1839, accolse nella sua modesta casa in Francia, la prima anziana povera. Infatti, le Piccole Sorelle dei Poveri, accolgono anziani di qualunque nazionalità e credenza in case specialmente concepite in funzione dei loro bisogni per essere curati fino al termine della loro vita, collaborando con le persone e gli organismi che nella Chiesa e nel mondo vogliono ridare agli anziani il posto e il ruolo che spetta loro nella società. Nel corso della piacevole visita, il Delegato Regionale Antonino Smiroldo e l’Accademico Salvatore Vassallo, hanno illustrato i fini e gli scopi che l’Accademia persegue in Sicilia e nel resto del paese, anche e soprattutto attraverso numerose laboriosità benefico culturali, ponendo in Foto 2essere attività di sostegno in favore di coloro i quali vivono in condizioni di difficoltà, ringraziando altresì il personale della struttura che con gioia profonda dell’incontro quotidiano con Dio, ha fatto della propria vita una meravigliosa avventura offrendosi al servizio disinteressato degli anziani poveri e dei meno fortunati. Durante il proficuo dialogo intrattenuto con il personale presente all’interno della struttura, si sono volute ricordare le belle parole della fondatrice Jeanne Jugan, per il tramite della Madre Superiora dell’Istituto – impegnata in altre attività nella capitale romana – la quale ancora oggi continua a ripetere:  “… Dio sia benedetto … guardate il Povero con compassione e Gesù vi guarderà con bontà …”. L’incontro è continuato con un breve momento di preghiera all’interno della chiesa annessa alla struttura, alla presenza di religiose e anziani in orazione ed al termine della stessa, prima dei saluti finali, i rappresentanti della Norman Academy hanno donato diversi generi alimentari di prima necessità che verranno distribuiti ai numerosi indigenti presenti nell’Istituto Religioso.