Barcellona PG, dall’emergenza idrica al Cutroni Zodda: il sindaco al lavoro per la comunità

Giornata impegnativa per il primo cittadino. Roberto Materia ha firmato un’ordinanza per gestire con ordine il razionamento dell’acqua. Successivamente ha incontrato il procuratore ad interim ed il direttore generale dell’Asp

Roberto Materia SindacoL’emergenza idrica si è già abbattuta su Barcellona Pozzo di Gotto. L’erogazione a singhiozzo ha imposto un giro di vite al sindaco Roberto Materia, il quale – con apposita ordinanza – ha vietato l’impiego dell’acqua per il lavaggio di aree cortilizie, piazzali, per il lavaggio domestico di veicoli a motore, per l’innaffiamento di giardini, orti e prati, nonché per il riempimento di piscine e fontane ornamentali. Dopo aver incontrato il dott. Monaco, procuratore ad interim, ed aver ricordato il credito anticipato dall’Amministrazione al Ministero della Giustizia – un credito di 2milioni e mezzo di euro a fronte delle spese degli uffici giudiziari – Materia, insieme al sindaco di Milazzo, Giovanni Formica, ha incontrato il direttore generale dell’Asp Gaetano Sirna, il quale ha confermato l’impegno il completamento dell’organico del Pronto Soccorso Locale. Per cardiologia si passerà così da due ad otto medici. Saranno messe a disposizione in maniera permanente due ambulanze che potranno garantire un rapido trasferimento delle urgenze a livello di chirurgia a Milazzo. Ci saranno 30 posti per la riabilitazione cardio-polmonare e partirà la gara -800.000 euro disponibili – per il completamento del padiglione del Cutroni Zodda ad oggi incompleto. Infine sarà reso possibile agli utenti del Cutroni Zodda usufruire dei servizi inerenti il day surgery (chirurgia di un giorno): la possibilità clinica, organizzativa ed amministrativa di effettuare interventi chirurgici, o anche procedure diagnostiche e/o terapeutiche invasive o semi invasive, in regime di ricovero limitato alle sole ore del giorno od, al limite, con un solo pernottamento.