Amantea: nel week end soccorsi due unità da diporto alla deriva

Lavoro intenso per i militari della Guardia Costiera di stanza ad Amantea, che nell’ultimo fine settimana hanno soccorso tra sabato e domenica due unità alla deriva con quattro persone a bordo

Guardia Costiera (3)Lavoro intenso per i militari della Guardia Costiera di stanza ad Amantea, che nell’ultimo fine settimana hanno soccorso tra sabato e domenica due unità alla deriva con quattro persone a bordo. Entrambi i soccorsi, coordinati dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Vibo, sono stati effettuati dal personale della Postazione Guardia Costiera GC 353 dipendente dal Servizio Operativo di Vibo operante, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2015” per il periodo estivo ad Amantea a supporto del personale della locale Delegazione di Spiaggia.
Un prezioso lavoro di pattugliamento del litorale costiero compreso tra Belmonte e Nocera Terinese, svolto sia via terra, per mezzo di un fuoristrada, che via mare grazie al battello veloce GC 353. Il Comando della Postazione è affidato al Sottufficiale MARRELLO, cui sono assegnati altri cinque guardacoste tutti abilitati al salvamento nuoto, che sotto il coordinamento del Servizio Operativo della Capitaneria di Porto, assicurano il pronto intervento su circa 30 km di coste. Il primo soccorso è stato eseguito sabato allorquando il GC 353 era appena rientrato in porto dalla vigilanza meridiana del litorale costiero, il Capo Equipaggio veniva allertato dal personale che lavora nel sorgitore di Amantea, di un natante con due persone alla deriva per avaria al motore nelle acque antistanti Coreca. Immediata l’uscita del potente e veloce mezzo della Guardia Costiera che dirigeva verso la barca in avaria, raggiunta dopo alcuni minuti. Da li, vista l’impossibilità di risolvere l’avaria, si procedeva al rimorchio dell’Unità nel Porto di Amantea. Il secondo intervento risale a domenica sera, allorquando la Sala Operativa di Vibo riceveva la richiesta di soccorso da parte di due persone a bordo di un natante in avaria a circa 2 km dalla costa del lungomare di Nocera Terinese. Anche in questo caso il personale della Postazione GC 353, impegnato via terra in una vigilanza, dirigeva nel porto ove in pochi minuti mollava gli ormeggi per dirigere verso il natante. Una volta raggiunto, anche quest’ultimo veniva assistito e rimorchiato nel porto di Amantea. Alla conduzione del battello GC 353 il Sc.Np. Fabio FEDELE, con il Np. CURATELLA, che anche in entrambi i casi si sono adoperati velocemente per evitare che i natanti alla deriva potessero allontanarsi dalla costa, condizione questa che avrebbe reso più difficile la ricerca e l’individuazione dei natanti. Ad oggi, nel porto di Amantea, la Capitaneria di Porto di Vibo su autorizzazione data dal Comando Regionale della Guardia Costiera Calabrese, oltre al battello GC 353 sta rischierando fino al 19 luglio una motovedetta ogni quattro giorni, che quotidianamente vigila sul regolare svolgimento del campionato mondiale di kit surf che si sta svolgendo a Gizzeria. Dal primo agosto, invece, la Motovedetta CP 610, verrà rischierata nel predetto sorgitore nepetino fino al 21 agosto per implementare la vigilanza sia a nord che a sud del porto. Nella nota stampa – originata dal Servizio Operativo della Capitaneria di Porto – si suggerisce a tutti i diportisti di verificare prima di mollare gli ormeggi, sia le condizioni metereologiche in atto e future, nonché di accertarsi dell’efficienza dei motori e della presenza delle dotazioni di bordo, non dimenticando di comporre il numero 1530 per le emergenze in mare così da rendere più celere l’intervento dei mezzi della Guardia Costiera.