Il vino calabrese protagonista ad Expo 2015

La crescita del settore vitivinicolo calabrese e la promozione delle produzioni nostrane. Con questi obiettivi, la Regione Calabria ed i Gruppi di Azione Locale, rappresentati da Assogal, hanno indetto una manifestazione di interesse per la selezione e la partecipazione collettiva delle aziende vitivinicole a filiera completa

Anche quest' anno si rinnova la tradizionale raccolta dell'uva dai vitigni coltivati all' interno dell'area archeologica di Pompei, 31 ottobre 2013. Il vigneto riproduce quello esistente nello stesso luogo del 79 d.C. I vitigni sono collocati, sulla base degli studi del Laboratorio di ricerche applicate, accanto ai calchi delle antiche radici e vengono coltivati secondo le tecniche di quel tempo. Il vino oggi è imbottigliato con il nome Villa dei Misteri. ANSA/CESARE ABBATELa crescita del settore vitivinicolo calabrese e la promozione delle produzioni nostrane. Con questi obiettivi, la Regione Calabria ed i Gruppi di Azione Locale, rappresentati da Assogal, hanno indetto una manifestazione di interesse per la selezione e la partecipazione collettiva delle aziende vitivinicole a filiera completa, operanti nei territori dei Gal calabresi e della Regione Calabria, a “Vino a taste of Italy”, nel contesto di Expo Milano 2015.

L’evento,  si svolgerà in due diversi momenti distinti: dal 1 luglio al 31 agosto e dal 1 settembre al 31 ottobre. E’ prevista un’area utilizzabile a rotazione, per un massimo di 48 aziende, dove poter conoscere e degustare le diverse tipologie di vini calabresi, incontrare le richieste di aziende, consorzi, istituzioni ed operatori del settore.

“Si tratta di un’occasione unica per i produttori di vino calabresi – ha spiegato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura Carmelo Salvino – per favorire la conoscenza e la divulgazione su larga scala dei nostri prodotti. Naturalmente punteremo alla promozione della qualità e delle peculiarità dei nostri vini, che pur essendo già apprezzati in tutto il mondo, trarranno certamente vantaggio da una vetrina importante come Expo. Siamo soddisfatti dell’ottima sinergia con i Gal, che in quanto attori principali dei vari territori calabresi, siamo certi lavoreranno al meglio per mostrare al mondo la Calabria bella e buona, quella che lavora duramente e che vanta prodotti di grande qualità e ricercatezza e grandi professionalità”.

Le aziende ammesse alla selezione dovranno assicurare per il periodo di coinvolgimento (due mesi) la fornitura di cinque confezioni da sei bottiglie al mese del loro vino “Brand”, al fine di garantire il cambio delle degustazioni, che saranno curate da sommelier professionisti.

La Regione Calabria ed Assogal rendono noto, infine, che le aziende interessate a partecipare alla manifestazione d’interesse, hanno tempo per presentare la propria domande entro e non oltre il 22 giugno 2015 e che tutte le informazioni necessarie ed il modulo  di adesione si trovano sul sito internet www.calabriapsr.it.