La villa di Cittanova (Rc) è un “monumento nazionale d’interesse storico–naturalistico”: storia e progetto [FOTO]

La villa di Cittanova fu costruita a proprie spese da Carlo Ruggiero, e donata, durante il suo mandato di sindaco (1880-1885), al comune con delibera del 29 marzo 1880

Villa Cittanova (1)La villa di Cittanova, cittadina nel reggino, fu costruita a proprie spese da Carlo Ruggiero, e donata, durante il suo mandato di sindaco (1880-1885), al comune con delibera del 29 marzo 1880. Il progetto fu dell’ingegnere di origine svizzera Heinrich Fehr, anche progettista della villa Mazzini di Messina, di quella di Palmi e numerose altre ville in Calabria e Sicilia. La villa fu intitolata a Carlo Ruggiero con deliberazione del Consiglio comunale № 170 del 19 luglio 1973 e si estende su 26515 m². La villa è divisa in quattro giardini comunali in stile inglese di forma triangolare divisi da due viali che si incrociano a formare una “x”, all’incrocio dei viali si trova una fontana monumentale costruita in occasione dell’inaugurazione dell’acquedotto comunale. Nella villa si accede grazie a due cancelli:nel primo ingresso vi è il busto dell’ex sindaco Carlo Ruggiero, sul secondo ingressio il monumento ai caduti in guerra. Molte le specie presenti, sia autoctone che straniere, di alberi alcune delle quali molto rare. Il viale della villa è meta di numerosi cittadini del luogo, i quali sfruttano il verde per passeggio e sport.