Trapani: pizzo sulla metanizzazione di Custonaci, 2 arresti

Secondo l’accusa, i due hanno tentato di sottomettere con pressanti intimidazioni i titolari di due imprese, la Rovil srl e la Icomit srl

CarabinieriUn tentativo di imporre il ‘pizzo’ sulla metanizzazione di Custonaci (Trapani) e’ stato sventato da un’indagine dei carabinieri di Alcamo che si e’ concluso con l’arresto di due persone, Antonio Barone, 68 anni, e Lorenzo Poma, 56 anni. Secondo l’accusa, i due dal novembre dello scorso anno e fino a qualche giorno fa hanno tentato di sottomettere con pressanti intimidazioni i titolari di due imprese, la Rovil srl e la Icomit srl, con sede rispettivamente a Roma e a Catania, aggiudicatarie di lavori pubblici e privati per svariati milioni di euro. Le opere riguardano la rete del gas metano di Custonaci, per conto dell’Italgas che finanzia l’appalto, e il rifacimento della villa comunale, con fondi regionali e dell’amministrazione locale.