Tragico incidente sulla SS106: Sandro Fusi è l’ottava vittima nel 2015

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” apprende con dispiacere e sgomento della morte di Sandro Fusi, dopo meno di 24 ore dall’incidente di ieri pomeriggio sulla S.S.106 a Davoli, in provincia di Catanzaro, in cui ha perso la vita sua moglie Maria Grillone di 61 anni

basta vittime sulla ss106

Sandro e sua moglie Maria ieri stavano attraversando la strada Statale 106 quando sono stati travolti da una motocicletta che non è riuscita ad evitare i due pedoni. Anche il motociclista è stato soccorso a causa delle ferite riportate nello scontro è versa in gravi condizioni, anche se non in pericolo di vita. La statale

L’Associazione non si sottrae dal lanciare l’ennesimo accorato appello rivolto alle forze politiche calabresi affinché esse possano smettere di occultare un problema che giorno dopo giorno emerge nella sua drammaticità per decidere finalmente di affrontare e risolvere al più presto il problema più tragico della nostra Calabria: è necessaria una messa in sicurezza subito ed insieme un progetto chiaro e concreto per l’ammodernamento della S.S.106.

A loro attribuiamo la responsabilità morale di quanto accaduto: non è possibile che la “strada più pericolosa d’Italia” (secondo l’Istat), resti nelle condizioni vergognose e comatose in cui versa nell’immobilismo generale di una classe politica dirigente incapace di agire e, soprattutto, di interessarsi ad un problema che investe l’intera collettività.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” si unisce al dolore delle Famiglie Grillone-Fusi, ai perenti ed agli amici tutti per la perdita di Maria e Sandro. A loro rivolgiamo un abbraccio e la vicinanza ideale della Nostra Associazione per una perdita dolorosa e tragica.