Sofri tra i consulenti per la riforma carceraria, Caridi: “Un pugno allo stomaco per i cittadini onesti”

Sofri: “davvero pessimo il Governo, nel momento in cui i cittadini necessitano di figure che siano esempio di integrità morale, il Ministro Orlano sceglie Adriano Sofri come consulente per la riforma carceraria. Una scelta inammissibile, un pugno allo stomaco per i cittadini onesti”

Adriano Sofri“Davvero pessimo il Governo, nel momento in cui i cittadini necessitano di figure che siano esempio di integrità morale, il Ministro Orlano sceglie Adriano Sofri come consulente per la riforma carceraria. Una scelta inammissibile, un pugno allo stomaco per i cittadini onesti”. Lo afferma in una nota il Senatore Antonio Caridi, membro del gruppo Grandi Autonomie e Libertà in merito alla nomina dell’ex leader di “Lotta Continua” , condannato a 22 anni quale mandante dell’omicidio di Luigi Calabresi nel 1972, come responsabile di istruzione e cultura per la riforma penitenziaria.  “Sono davvero sconcertato – aggiunge Caridi – il messaggio che passa è che per fare carriera conta più essere un ex detenuto che un cittadino onesto con la fedina penale pulita, basti pensare a Buzzi e i guai in cui si è trovato il Pd romano con Mafia Capitale. Una cosa è riabilitare un ex detenuto, un’altra è dargli incarichi di responsabilità. “Queste azioni non fanno altro che allontanare i cittadini onesti dalla politica – conclude Caridi – il Ministro Orlando ritiri questa ignobile scelta o ci pensi il Presidente Mattarella.”