Sicilia: “innocente ma lascio la presidenza”

Tornato all’Ars dopo la revoca dei domiciliari, anche se rimane indagato per corruzione elettorale, il deputato regionale Nino Dina è intervenuto in aula sostenendo la sua innocenza davanti ai colleghi parlamentari

palazzo-dorleans-sede-Regione-SiciliaTornato all’Ars dopo la revoca dei domiciliari, anche se rimane indagato per corruzione elettorale, il deputato regionale Nino Dina è intervenuto in aula sostenendo la sua innocenza davanti ai colleghi parlamentari. Dina inoltre ha annunciato di essersi auto-sospeso da presidente della commissione Bilancio e di aver aderito al gruppo Misto (era nell’Udc).