Sbarco di 738 migranti nel porto di Crotone

E’ in corso – iniziata alle ore 12.30 odierne – una riunione convocata d’urgenza in Prefettura per il coordinamento delle attività di primo soccorso e assistenza, in occasione del preannunciato arrivo di migranti, di varie nazionalità

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

E’ in corso – iniziata alle ore 12.30 odierne – una riunione convocata d’urgenza in Prefettura per il coordinamento delle attività di primo soccorso e assistenza, in occasione del preannunciato arrivo di migranti, di varie nazionalità, a bordo della nave “BOURBON ARGO”, battente bandiera lussenburghese, che domani mattina, intorno alle ore 9.00, attraccherà presso il porto di Crotone (banchina di riva), con a bordo 738 migranti. All’incontro operativo, coordinato dal Prefetto Vincenzo De Vivo, partecipano la Capitaneria di Porto di Crotone, rappresentanti del Comune di Crotone, Questura, Carabinieri e Guardia di Finanza, ASP Crotone, SUEM 118, Misericordia, Croce Rossa ed Organizzazioni Umanitarie. Nel corso della seduta si definiranno i diversi aspetti organizzativi e logistici di dettaglio in attuazione della pianificazione coordinata dalla Prefettura e saranno assegnate le funzioni facenti capo a tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni. I migranti saranno trasferiti secondo il seguente piano di riparto fornito dal Ministero dell’Interno: Toscana (150), Lombardia (100), Veneto (100), Piemonte (100), Abruzzo (80), Marche (50), Molise (30), Emilia Romagna (22), Basilicata (20). I rimanenti 86 migranti saranno stati allocati in strutture ubicate sul territorio calabrese. La Prefettura sovraintenderà al coordinamento delle fasi del complesso dispositivo di soccorso, integrato dalle operazioni di screening sanitario.