Rende (Cs): scuola della democrazia dal 22 al 24 Luglio

labdem calabria“In un momento di grande crisi democratica e di disorientamento, un gruppo di ragazzi provenienti da diverse parti della Calabria, sta cercando di costruire un sistema permanente di formazione sui territori attraverso la costituzione di laboratori per aggiornare continuamente i Nostri amministratori, soprattutto quelli più giovani, partendo da una questione preliminare che non può più essere rinviata: l’etica e la morale, soprattutto alla luce delle ormai note vicende che hanno colpito il nostro partito in questi giorni. Ci troviamo di fronte a una carenza di figure politiche in grado di affrontare le complesse problematiche in cui versa la Nostra Terra, nonché di fronte all’inquietante corruzione che colpisce trasversalmente i nostri  rappresentanti. È necessaria e urgente, pertanto, la formazione di uomini e donne liberi da interessi e motivati da alti ideali che si pongano al servizio della gente” afferma in una nota Giuseppe Jirilli, coordinatore provinciale LabDem. “Se la corruzione è un cancro che deturpa l’immagine della Nostra Terra e  che non sembra arrestare il suo contagio, considerato che c’è chi ancora si ostina a difendere l’indifendibile, altrettanto pericolosa è l’improvvisazione di arrivisti e incompetenti che, vuoti di contenuti, cercano di conquistarsi uno spazio, strumentalizzando senza proposte il triste stato in cui versa la nostra politica. Anche per questo abbiamo pensato alla scuola della democrazia dal titolo “Sviluppiamo una conoscenza etica e critica del principio di uguaglianza”. Si tratta -prosegue- di un evento organizzato da LabDem Calabria, per favorire “l’acquisizione e lo scambio di indirizzi teorici, pratiche innovative e consolidate, in un’arena di confronto aperto tra partecipanti e docenti dello scenario istituzionale e universitario italiano”. La Scuola si terrà, presso l’Hotel Ariha, via Guglielmo Marconi, n°59 Rende (CS), il 22-23-24 luglio e vedrà concludersi i lavori alla presenza di Gianni Pittella.  Per partecipare è necessario inviare un modulo firmato in formato pdf, entro il 5 Luglio a: calabrialabdem@gmail.com. La scuola si rivolge -aggiunge- sia ai giovani che vogliano avvicinarsi all’impegno politico, sia agli amministratori, con l’obiettivo di fornire a entrambe le categorie le conoscenze e gli strumenti necessari per presentarsi sulla scena politica, con una serie di capacità e di competenze imprescindibili per chi desideri intraprendere questa strada. La proposta intende anche fornire ai partecipanti un corretto orientamento etico della propria azione politica. Infine, un personale appello al Presidente Mario Oliverio affinchè dia un segnale forte di cambiamento partendo dal metodo di selezione della nuova giunta regionale: sarà necessario analizzare con attenzione i curricula e scegliere tra questi le migliori risorse, utilizzando esclusivamente un criterio meritocratico e abbandonando i sporchi giochi di correnti. Solo così – conclude- la politica calabrese inizierà ad acquistare credibilità”.