Reggio: visita ispettiva presso il Centro di gestione del sistema idrico [FOTO]

Ingegnerizzazione del sistema idrico e depurativo: l’assessore Marcianò ed il consigliere delegato Paolo Brunetti hanno oggi proceduto ad una visita ispettiva presso il CGSI (Centro Gestione Sistema Idrico), impianto realizzato con i fondi del c.d. Decreto Reggio, fermo purtroppo ormai da diversi anni; ciò allo scopo di assumere tutte le iniziative per accelerare la rimessa in pristino del sistema di telecontrollo

Centro di gestione del sistema idrico  (6)Ingegnerizzazione del sistema idrico e depurativo: l’assessore Marcianò ed il consigliere delegato Paolo Brunetti hanno oggi proceduto ad una visita ispettiva presso il CGSI (Centro Gestione Sistema Idrico), impianto realizzato con i fondi del c.d. Decreto Reggio, fermo purtroppo ormai da diversi anni; ciò allo scopo di assumere tutte le iniziative per accelerare la rimessa in pristino del sistema di telecontrollo. L’iniziativa si inserisce nel contesto che vede il Comune partecipe con la Regione nell’appalto in fase di aggiudicazione per 9 milioni di euro che ha per oggetto proprio l’ingegnerizzazione del servizio idrico; progetto che ha visto la collaborazione delle strutture tecniche comunali che assumeranno anche la direzione dei lavori. Il centro di telecontrollo consentirà la più completa efficienza del sistema di approvvigionamento e distribuzione delle risorse idriche, costituendo l’unica esperienza in tal senso in tutto il meridione. Nella stessa giornata, l’assessore Marcianò ed il delegato Brunetti, alla presenza dell’Ingegner Romano, dell’architetto Costantino e dell’ingegnere Fortugno, hanno visitato il riammodernato impianto di dissalazione di San Giorgio Extra che ad oggi consente di far fronte al 40% del fabbisogno potabile reggino. L’ultimo sopralluogo è stato condotto presso l’impianto di depurazione di Ravagnese per il quale l’Amministrazione ha preteso ed ottenuto che lo stesso venisse significativamente migliorato negli ultimi due mesi dal nuovo soggetto gestore, tant’è che ad oggi l’affluente è a norma di legge. A seguire, nel pomeriggio, il Delegato per il servizio idrico Paolo Brunetti ha partecipato ad una riunione operativa presso la Questura avente la finalità di predisporre idonee misure per prevenire e reprimere allacciamenti abusivi alla rete idrica comunale. Nei prossimi giorni l’attività proseguirà con un ulteriore sopralluogo, già programmato con il Presidente della prima commissione consiliare Assetto del Territorio ing. Giuseppe Sera, presso il Sistema Idrico Integrato della diga del Menta nonché gli impianti di adduzione e approvvigionamento più rilevanti. Obiettivo principale dell’Amministrazione Falcomatà è quello di assicurare la totale fornitura d’acqua a tutto il territorio comunale con una seria verifica periodica sia sugli impianti di proprietà comunale sia su quelli della SORICAL anche al fine di verificare gli effettivi volumi d’acqua che la citata società rimette nella rete cittadina.