Reggio: sequestrato importante complesso turistico a soggetto legato alla cosca “Parrello”

Le attività di indagine patrimoniale hanno permesso di rilevare come il soggetto fosse l’effettivo titolare dei beni oggetto di sequestro i quali erano stati fittiziamente intestati ad altre 6 persone

FotoGdfGli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi, hanno eseguito una serie di provvedimenti di sequestro emessi dal GIP del Tribunale, che hanno riguardato un’ingente patrimonio, riconducibile ad un soggetto ritenuto contiguo alla cosca di ‘ndrangheta “PARRELLO”, attiva nel Comune di Palmi (RC), del valore stimato di oltre 6 milioni di Euro.
Le attività di indagine patrimoniale hanno permesso di rilevare come il citato soggetto fosse l’effettivo titolare dei beni oggetto di sequestro i quali erano stati fittiziamente intestati ad altre 6 persone, che fungevano da prestanome per tentare di eludere l’applicazione di misure cautelari in ragione dei suoi rapporti di contiguità e parentela con la cosca criminale.
Complessivamente sono stati sequestrati n. 1 noto complesso turistico, n.4 società, tra cui figurano n. 2 concessionarie d’auto (con 50 autovetture) e n.2 operanti nel settore della pulizia, risultate assegnatarie di diversi appalti pubblici, banditi dal Comune di Palmi, compreso quello afferente la pulizia degli uffici giudiziari della città.