Reggio, reddito di cittadinanza: “i soldi si daranno realmente ai disoccupati?”

Sento tanto parlare di reddito di cittadinanza, mi pare si parli di 7200 euro annui lordi da dare ai disoccupati, e mi sembra anche giusto. Ma sono veramente disoccupati?

soldiSento tanto parlare di reddito di cittadinanza, mi pare si parli di 7200 euro annui lordi da dare ai disoccupati, e mi sembra anche giusto. Ma sono veramente disoccupati? Non voglio urtare la suscettibilitá di nessuno e sarei il primo a votare a favore di una proposta del genere affinché si aiuti chi si trova in stato di necessita,ma mi sento preso in giro. Sappiamo benissimo, ed é inutile nascondere la testa sotto la sabbia, che a fronte di un numero di disoccupati ,che tali sono sulla carta per lo stato, vi é un numero altrettanto corposo che realmente lavora nel sommerso e magari riesce ad avere un reddito uguale a quello di un impiegato che però, quest’ultimo, dovrá pagare i servizi sanitari, non ha agevolazioni comunali sull’affitto, paga i libri dei figli senza avere alcun contributo e paga il reddito di cittadinanza di coloro che sommersamente guadagnano come lui ma non partecipano a sostenere la spesa pubblica. Giusto allora dare un sostegno a chi non ha un lavoro, ma solo dopo aver creato il modo per far si che i redditi di ognuno sia corrispondenti al tenore di vita mantenuto. Si, proprio così, se io non ho lavoro come faccio a mantenermi un’auto? Via il contante, paghiamo solo elettronico ed oltre ai falsi disoccupati sparirá pure il sommerso, le rapine, il cavallo di ritorno, l’evasione, il reso del lavoratore sulla busta paga percepita ecc…… Ovviamente abbassiamo pure la tassazione e facciamo un 20% totale di tasse fino a 50000 euro di reddito e poi aumentiamole di 5 punti ogni 20000 euro in più. Non facciamo che il privato sia tartassato, ma neanche che il pubblico paghi tutto ed il “disoccupato” faccia il borghese con i soldi che lo stato gli versa e che finiscono solo ad arrotondare un reddito esistente e trasparente agli occhi dello stato.

Luigi Desmo