Reggio, Raffa e Cannizzaro incontrano gli eletti della lista “Dedalo” alle elezioni universitarie

Alla Provincia l’incontro tra il Presidente Raffa, il consigliere regionale Cannizzaro e gli eletti all’Università della lista “Dedalo”

DEDALO E RAFFA

Il risultato elettorale conseguito nell’ambito delle elezioni studentesche nell’Ateneo dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria della lista “Dedalo” è stato oggetto di un incontro tra il presidente dell’Amministrazione provinciale Giuseppe Raffa, il consigliere regionale Francesco Cannizzaro e i neo eletti dell’ateneo reggino aderenti ad “Azzurra Libertà” il cui promoter regionale Pietro Borrello è stato di  supporto ai candidati  della lista che ha vinto  la competizione universitaria.

Durante l’incontro è stata rilevata la grande capacità e il dinamismo che hanno caratterizzato questi giovani nell’ambito dell’attività universitaria. Ai complimenti espressi dal presidente Raffa e dal consigliere Cannizzaro,  è seguito un ampio e proficuo dibattito improntato soprattutto su una sinergia positiva che nel tempo esplicherà la sua azione in tante attività che siano da stimolo per affrontare le problematiche universitarie.

L’incontro si è arricchito degli interventi del neo eletto al Senato accademico, Luciano Genovese, il quale ha espresso gratitudine e riconoscenza per il risultato conseguito, ribadendo la ferma volontà di mettersi al servizio della comunità studentesca. Subito dopo è intervenuto  il neo eletto al Consiglio di Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia, nonché presidente di “Azzurra Libertà” Palizzi, Claudio Valerio Larizza, il quale si è reso disponibile a radicare sempre di più l’attività universitaria sul territorio. Di grande valenza politica anche l’intervento di Franco Palumbo, responsabile  di “Azzurra e libertà” dell’area grecanica.

“Il successo del vostro schieramento – ha detto Giuseppe Raffa, concludendo i lavori – poggia  suoi rapporti umani, sulla collaborazione e sullo spirito di abnegazione che sono stati il valore aggiunto della vostra organizzazione. E’ sbagliato esaltarsi per la vittoria o abbattersi per la sconfitta nascondendosi dietro una sigla di partito. Avete  interpretato egregiamente il vostro ruolo nel contesto di una vera e partecipata  politica universitaria. Ora che le elezioni sono finite bisogna affrontare i problemi, in modo deciso e in sinergia con il Rettore il   quale, senza risparmio di energie, sta operando per la causa della nostra università e per i giovani che la frequentano. Con il prof. Pasquale Catanoso, l’Amministrazione provinciale sta fattivamente collaborando per venire incontro alle esigenze della popolazione studentesca.

E’ intenzione dell’Amministrazione che presiedo, con la competenza e la passione dell’assessore Pietro Campisi, creare un gruppo di lavoro per sostenere il vostro protagonismo che non è certo di parte, ma portatore degli interessi di tutti gli studenti dell’ateneo.  E’ dalla sinergia – ha concluso il Presidente della Provincia -  che nascono le buone cose, soprattutto quando la stessa si pone oltre gli schieramenti per fissare dei punti fermi: il rispetto reciproco, l’amicizia, la solidarietà, la sussidiarietà. Andare oltre gli schieramenti, significa interpretare quel senso della politica tanto cara alla cultura dell’antica Grecia: in mezzo al popolo, per il popolo e con il popolo. Questi gli spazi che la vostra azione dovrà conquistare, perché nell’attuale  fase storica,  in cui prevalgono egoismi e individualismo,  è importante riavviare un dialogo con la gente”.