Reggio: il post-mercato di Piazza del Popolo tra sporcizia ed indifferenza

Il post mercato di Piazza del Popolo di Reggio Calabria visto con gli occhi di un cittadino

Piazza del Popolo  reggio calabriaReggio Calabria ogni mattino si sveglia e va al mercato di Piazza del Popolo. Tra frutta e vestiti ci si ritrova a fare la spesa. Troppo spesso però alla chiusura del mercato esclusivamente mattutino lo scempio di sporcizia e luridume lasciato dalle varie bancarelle non può lasciare indifferenti.

Tutto ciò ha stupito negativamente anche un lettore di StrettoWeb che commenta così la situazione con cui si confronta ogni giorno: “osservo che quotidianamente piazza del Popolo al termine dell’orario del mercato mattutino viene giustamente pulita e riportata alla civiltà dagli addetti dell’AVR. Però mi chiedo se – continua Nino L. – è consentito ai vari espositori di frutta e verdura e mercanzie varie lasciare la piazza in condizioni orribili, piena di scarti di frutta e ortaggi, scatole e scatoloni, cassette fatiscenti ed altro ancora. Non dico che si dovrebbe fare come al mercato omologo di Bolzano, dove alla chiusura ogni titolare di “bancarella” provvede a ramazzare sotto lo sguardo attento dei vigili urbani che presidiano quotidianamente il posto, ma almeno – scendendo di latitudine – come a  Perugia, o Ancona o Potenza o  Lecce, dove il sito del mercato viene lasciato in condizioni dignitose e bisognevoli solo di una normale pulizia. A Reggio tutto è permesso, nessuno controlla e pretende il rispetto delle regole: il senso civico se non lo si possiede per educazione familiare, può formarsi esclusivamente a seguito di una decisa e costante repressione, ma – conclude – questa per la nostra città è pura utopia”.