Reggio: “il percorso virtuoso di legalità è fondamentale per garantire maggiore sicurezza ai cittadini”

Il percorso virtuoso di legalità a Reggio Calabria, è fondamentale per garantire maggiore sicurezza ai cittadini. Questo l’obiettivo prefissato dall’Amministrazione Falcomatà e dell’assessore alla Pubblica Sicurezza ed alla Legalità Giovanni Muraca, che ogni giorno lavorano per raggiungere importanti risultati

palazzo san giorgioIl percorso virtuoso di legalità a Reggio Calabria, è fondamentale per garantire maggiore sicurezza ai cittadini. Questo l’obiettivo prefissato dall’Amministrazione Falcomatà e dell’assessore alla Pubblica Sicurezza ed alla Legalità Giovanni Muraca, che ogni giorno lavorano per raggiungere importanti risultati. È per questo motivo che i controlli da parte della Polizia sono altissimi e proseguono con ottimi risultati. Proprio ieri, due volanti della Questura di Reggio Calabria, hanno effettuato un controllo all’interno di uno stabile abbandonato nella zona Sud di Reggio Calabria, trovando quattro persone, tre uomini ed una donna. Nella stanza dove si trovavano i quattro, vi era una multipresa (con collegati accessori) alimentata con un cavo elettrico, che fuoriuscendo dal balcone, era direttamente collegato all’interno della plafoniera di un palo dell’illuminazione pubblica comunale. I poliziotti hanno subito accertato che vi era erogazione di corrente: la lampada della plafoniera del lampione pubblico era stata disattivata per consentire l’allaccio abusivo. L’impianto era funzionante ed erogava energia anche a questo collegamento abusivo. «Non si può quantificare l’ammontare di energia furtivamente fruita,- ha dichiarato l’assessore Muraca – poiché non si conosce la data di decorrenza  dell’allaccio abusivo. I cittadini sono stati denunciati per furto aggravato di energia elettrica, poiché attingevano a lampione di energia pubblica». «Ottimo il lavoro degli agenti di Polizia delle volanti stiamo lavorando e continueremo a lavorare affinché la legalità torni con forza a Reggio Calabria e contro ogni abuso ai danni della collettività. I controlli, effettuati da parte della Polizia di Stato siamo certi che non si fermano qui e proseguiranno con rigore su questa strada anche in sinergia con le altre forze di Polizia» ha concluso l’assessore Giovanni Muraca.