Reggio: “nonostante quel che pensa Seby Romeo, il popolo pro-family ha vinto”

Iaria: “ieri in Piazza San Giovanni a Roma c’erano un milione di persone a rappresentare il popolo pro-family”

famiglia1“Ieri in Piazza San Giovanni a Roma c’erano un milione di persone a rappresentare il popolo pro-family. Un popolo eterogeneo (cattolici, laici, ebrei e musulmani) schierato a difesa della famiglia, sotto attacco da parte di assurde ideologie che rappresentano una vera e propria sfida all’antropologia ed all’etica cristiana. Una voce che veniva dal “basso” per gridare no a  “queste colonizzazioni ideologiche che fanno tanto male e distruggono una società, un Paese, la famiglia”, per dirla come Papa Francesco” afferma in una nota il segretario nazionale di Pace Italia Tommaso Iaria.L’universo mondo ha avuto occasione, così, di conoscere anche l’alto pensiero in merito di Seby Romeo, capogruppo PD alla Regione, che senza tentennare ha bollato il corteo del “family day” come <<vergognoso, incivile e medievale>>. Chi avrebbe mai immaginato -prosegue- che un convinto “democratico” avrebbe offeso così volgarmente una parte dell’Italia? Chi avrebbe mai immaginato che difendere la famiglia, per come voluta dai padri costituenti, fosse qualcosa di cui vergognarsi? Ebbene, noi diciamo che, nonostante quel che pensa Seby Romeo, ieri il popolo pro-family ha vinto. E lo ha fatto con compostezza -aggiunge- con civiltà e, soprattutto, libero da qualsiasi oppressione ideologica. Quanto al Medio Evo, poi, bisogna anche qui fermarsi a riflettere e, fors’anche a studiare, ma se essere medievali significa oggi difendere il diritto sacrosanto di ogni bambino ad avere una mamma ed un papà, allora noi di Pace Italia – conclude- ci dichiariamo orgogliosamente medievali di contro alle aberrazioni del gender”.