Reggio: localizzato latitante in Romania, arrestato [FOTO e DETTAGLI]

I Carabinieri della Compagnia di Bianco hanno localizzato in Romania il latitante Massimo D’Elia, 40enne, pregiudicato, di origine romane, ma da tempo residente a Rimini

LatitanteOperazione dei carabinieri del gruppo Locri a Bianco, Siderno e Caulonia:

-     i Carabinieri della Compagnia di Bianco hanno localizzato in Romania il latitante Massimo D’Elia, 40enne, pregiudicato, di origine romane, ma da tempo residente a Rimini, colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Milano, dovendo egli espiare un cumulo di pene concorrenti di 7 anni, 2 mesi e 29 giorni di reclusione per violazione degli obblighi di assistenza familiare, lesioni personali e truffa. Gravato, altresì, da un mandato di arresto europeo, il D’Elia, non estraneo agli “ambienti calabresi”, è stato catturato da agenti della Criminal Investigation Unit del locale Country Police Inspectorate, in Botosani, ed estradato in Italia da personale dell’Interpol, previa attivazione da parte dei Carabinieri della Direzione S.I.Re.N.E. [(Supplementary Information Request at the National Entries), ovvero l’ufficio delle Forze dell’Ordine italiane (interforze) che assicura il collegamento con gli omologhi uffici dei Paesi aderenti all’Accordo di Schengen], operativa presso il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno.

-     a Siderno, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà il proprietario di un locale d’intrattenimento del luogo per il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone. In particolare, nel corso degli ultimi mesi, i militari dell’Arma sono dovuti intervenire diverse volte presso il suddetto esercizio, a seguito delle numerose segnalazioni di rumori molesti e musica alta fino a tarda notte pervenute da parte di molti residenti della zona. I diversi riscontri ottenuti hanno consentito di procedere alla denuncia ai sensi dell’art. 659 del Codice penale, norma con la Borsaquale il Legislatore ha inteso tutelare, in un ottica di salvaguardia dell’ordine pubblico, non solo il bene costituito dalla quiete pubblica ma anche quello della tranquillità privata, con particolare riguardo al riposo delle persone e al tranquillo svolgimento delle loro occupazioni (la norma prevede l’arresto fino a 3 mesi). Contestualmente è stata informata anche l’Autorità Amministrativa per la conseguente sospensione della licenza;

-     a Caulonia Marina, i Carabinieri della Compagnia di Roccella Jonica hanno deferito in stato di libertà un 21enne e un 16enne di Caulonia Marina, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, nella tarda serata di ieri, i due giovani sono stati controllati durante un posto di controllo lungo la Strada Statale 106, mentre erano a bordo di un’utilitaria di proprietà di un parente del maggiorenne. Nella circostanza, il passeggero è stato trovato in possesso di un involucro in cellophane contenente 230 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, custodita in uno zainetto colorato. Successivamente, la perquisizione, estesa anche presso le rispettive abitazioni, ha consentito di rinvenire presso l’abitazione del conducente dell’auto  un contenitore in plastica di forma cilindrica contenente 13 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, già suddivisa in 13 dosi, abilmente occultata all’interno di una stampante. Le sostanze rinvenute sono state sottoposte a sequestro, in attesa degli accertamenti di rito per stabilirne il principio attivo, che si svolgeranno nei prossimi giorni presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti (LASS) operativo presso il Comando Provinciale Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria.