Reggio, al Liceo Volta “MAREAMBIENTE…risorsa da tutelare”

20150604_095411Si è tenuto questa mattina al Liceo Scientifico Alessandro Volta di Reggio Calabria il convegno “MAREAMBIENTE…risorsa da tutelare”, organizzato dal liceo cittadino in collaborazione con la Provincia di Reggio Calabria, l’Arpacal (Agenzia Regionale Protezione Ambiente della Regione Calabria), la Capitaneria di Porto e la Lega Navale sez. Reggio Calabria Sud.

Il benvenuto alla folta platea di studenti è stato dato dalla Prof.ssa Palazzolo, dirigente scolastico del Liceo Volta, che ha annunciato la sigla di un Protocollo d’Intesa con la Lega Navale Sud al fine di realizzare un progetto di cittadinanza attiva, che veda impegnata la scuola da lei diretta in un’ottica anche di sviluppo sostenibile.

La Lega Navale Italiana, rappresentata questa mattina dai dott. Caratozzolo e Zema, nacque nel 1897 proprio al fine di diffondere nel popolo italiano, in particolare fra i giovani, l’amore per il mare, lo spirito marinaro e la conoscenza dei problemi marittimi, che purtroppo nella nostra Calabria sono tanti.

Dal “mare sporco” dovuto al cattivo funzionamento dei depuratori, allo smaltimento di scarichi illegali e ancora la pesca “abusiva” sono alcune soltanto delle criticità, che quotidianamente il nostro mare deve affrontare, a tutela del quale prezioso è l’operato della Capitaneria di Porto. ”Da quasi 150 anni siamo la Prefettura del mare- ha dichiarato nel suo intervento il C.V. Andrea Agostinelli, Direttore Marittimo della Calabria e della Basilicata- e tuteliamo, anche con azioni repressive, la qualità delle nostre acque e dell’ambiente marino“. 20150604_103532

Solo nel 2014 la Capitaneria di Porto di Reggio Calabria ha effettuato 9283 controlli rilevando 275 illeciti penali e amministrativi ed ha posto in essere 6o sequestri. Ma l’attività è proseguita anche nel 2015 quando solo alcuni mesi fa gli uomini del Comandante Agostinelli hanno posto sotto sequestro il depuratore di Sellia Marina o i due depuratori di Calanna, nella nostra provincia.

Un lavoro certosino, quello condotto dalla Capitaneria, in stretta sinergia con l’Arpacal della dott.ssa Sabrina Santagati, che agli studenti ha spiegato qual è il ruolo di questa agenzia regionale -che di recente è stata premiata dal Ministero dell’Ambiente quale “capofila” dell’Area Meridionale per il monitoraggio del mare – la cui funzione è di verificare lo stato di salute delle nostre acque e permettere alla Calabria di risolvere quel problema del “mare sporco”, che affligge alcune località nella stagione estiva.

All’incontro era presente anche il Presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, che da ex studente del Liceo Volta si è dichiarato “a casa in questa scuola e orgoglioso di aver avviato una fitta collaborazione con la prof.ssa Palazzolo per premiare quest’eccellenza della nostra Provincia“. I ringraziamenti del Presidente sono andati soprattutto al Comandante Agostinelli e alla Dott.ssa Santagati per il lavoro profuso anche se “c’è da lavorare per ridurre l’inquinamento delle nostre acque“.