Reggio, decreto enti locali: “Falcomatà ha centrato un risultato decisivo per il futuro della città”

palazzo san giorgio“Un segnale chiaro da Roma, dopo il Decreto Enti Locali pubblicato ufficialmente venerdì: il Sindaco Giuseppe Falcomatà ha centrato un risultato importante e decisivo per il futuro di Reggio Calabria. È un dato di fatto inequivocabile, che non lascia spazio ad altre interpretazioni. Norme tanto chiare quanto efficaci. A partire dai 40 milioni di euro che il Governo Renzi ha stanziato per Reggio Calabria: una misura adottata per tamponare l’emergenza di liquidità del nostro Comune, impegnato in una fase di ripristino della stabilità economica. Il Governo ha garantito la possibilità di restituire la somma a partire dal 2019, attraverso un piano trentennale praticamente a interessi bassissimi” afferma in una nota il consigliere comunale Valerio Misefari capogruppo di Reset. “Come non leggere con soddisfazione il resto delle misure previste? Da un lato, la possibilità di dotare il Comune di un massimo di tre nuovi dirigenti: si tratta di un bene, poiché l’enorme mole di lavoro che grava su chi gestisce la macchina burocratica amministrativa comunale, rischia di creare ritardi e lentezze che il cittadino reggino non merita più. È una boccata d’ossigeno – prosegue- per un comune di duecentomila abitanti, che può finalmente soddisfare le esigenze di riorganizzazione strutturale, finalizzate ad assicurare il processo di risanamento amministrativo e di recupero della legalità già avviato dal Sindaco Falcomatà. Dal Governo – aggiunge-  poi un’altra “carezza”: viene esplicitato anche il venir meno del divieto di assunzioni previsto dal DL 66/2014, che imponeva tale sanzione per tutti i comuni con tempi medi di pagamento superiori ai 90 giorni nel 2014 e 60 giorni nel 2015. Era pertanto preclusa la possibilità di costituire le società “in-house”, punto chiave del programma dell’Amministrazione Falcomatà. Grazie al nuovo Decreto, si potrà finalmente avviare il percorso di costituzione delle società, procedendo poi alle assunzioni del personale delle “in-house” stesse. È un futuro migliore quello che si profila per Reggio Calabria. Una città che potrà, legittimamente e realisticamente, garantire ai propri cittadini i servizi pubblici essenziali degni di una Città Metropolitana. E tutto questo lo dobbiamo non certo a chi ha profetizzato sventure e catastrofi nei giorni precedenti all’approvazione del Decreto Enti Locali  – conclude- ma al Sindaco Giuseppe Falcomatà, che in silenzio e con grande senso di responsabilità, ha lavorato per il bene di Reggio e dei reggini. E ne siamo sicuri: le missioni governative del Sindaco, non sono certo finite qui”.