Reggio, Contamination Lab: firmato protocollo d’intesa tra Università e I3P, l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino

università mediterraneaIl prorettore delegato alla ricerca scientifica dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria prof. Claudio De Capua ed il presidente e amministratore delegato di I3P prof. Marco Cantamessa hanno firmato nei giorni scorsi un accordo di collaborazione didattica e scientifica per lo sviluppo del Contamination Lab di Reggio Calabria.

A metà tra un laboratorio universitario e un incubatore d’impresa, il Contamination Lab dell’Università Mediterranea sta promuovendo già da diversi mesi iniziative di carattere formativo indirizzate agli studenti reggini volte a stimolare la nascita di nuove imprese innovative già durante il percorso di studi universitari.

Il protocollo d’intesa punta infatti allo sviluppo di attività in sinergia sui temi della creazione di impresa e startup, l’avvio di un progetto imprenditoriale e sulle strategie digitali da intraprendere affinché si assegni alla conoscenza e al capitale umano un valore strategico effettivo e concreto.

I3P è il principale incubatore universitario italiano e uno dei maggiori a livello europeo. Nel 2014 I3P si è classificato al 5° posto in Europa e al 15° al mondo nel ranking UBI Index (University Business Incubator), la classifica annuale degli incubatori universitari realizzata dalla svedese Ubi Index (University Business Incubator) che ha preso in esame 300 incubatori di 67 paesi, valutandone l’attrattività e la creazione di valore per l’ecosistema e per i clienti.

 “E’ un’intesa importante – ha detto il prorettore De Capua – per stabilire un rapporto di collaborazione con uno dei più importanti incubatori universitari d’Europa e favorire, attraverso la attività formative, la nascita di idee innovative in ambito tecnologico e sociale”.

“Siamo lieti di avviare questa collaborazione con il Contamination Lab di Reggio Calabria, – conferma il presidente di I3P, prof.  Marco Cantamessa – si tratta di un nuovo tassello nel quadro delle relazioni esterne di I3P, e con il quale miriamo a irrobustire e ampliare la rete di contatti che mettiamo a disposizione delle nostre start up e di quelle dei nostri partner. Si tratta anche di un modo per mettere a disposizione dei diversi sistemi locali di innovazione italiani il ricco know-how che I3P  ha sviluppato in oltre quindici anni di attività, e che ne ha determinato il successo”.

In virtù dell’accordo si  attiveranno quindi occasioni di confronto e condivisione su percorsi formativi, di ricerca e di trasferimento tecnologico per favorire forme strutturate di collaborazione tra Contamination Lab ed Incubatore del Politecnico di Torino, garantendo ulteriori opportunità agli studenti della Mediterranea.