Reggio, buone notizie per l’Università per Stranieri: prestigiosi riconoscimenti internazionali

Reggio_Calabria-Università_per_StranieriIl Magnifico Rettore dell’Università per Stranieri Prof. Salvatore Berlingò manifesta il Suo più vivo compiacimento perché – nel quadro degli accordi a suo tempo stipulati con l’importante Fondazione “Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo”, presieduta da S.E. prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele – i percorsi formativi dell’Università e, segnatamente, la laurea triennale in “Operatori pluridisciplinari ed interculturali d’Area Mediterranea” e le due lauree magistrali in “Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali d’Area Mediterranea”, nonché in “Interpretariato e Mediazione Interculturale”, sono stati riconosciuti come “del tutto in linea con le finalità statutarie” di detta Fondazione e quindi meritevoli del sostegno della stessa, così come formalmente deliberato dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione medesima nella seduta del 26 maggio scorso.

In quella seduta sono stati altresì approvati l’allocazione dell’ufficio di rappresentanza della Fondazione a Reggio Calabria presso la sede dell’Università, come pure l’allestimento di un’Aula intitolata alla Fondazione destinata ad ospitare riunioni, workshop ed altre attività didattiche su temi di comune interesse.

Il Rettore Berlingò non ha mancato di sottolineare la rilevanza di detti riconoscimenti ed apprezzamenti in una fase storica in cui l’offerta formativa dell’Università per Stranieri di Reggio Calabria viene sempre di più ad assumere un ruolo strategico per lo sviluppo di una politica euro-mediterranea, che si proponga di essere all’altezza delle sfide connesse ad una transizione epocale dei rapporti dell’Italia e dell’Europa con i Paesi della riva sud-orientale del Mediterraneo. Le tragiche vicende di continui sbarchi dei migranti che, con un incremento esponenziale, interessano ad un ritmo vieppiù incessante, la nostra Città e la nostra Regione, non potranno, infatti, trovare una soluzione ove non si attivino piani di intervento per la cooperazione transnazionali, a medio e lungo termine, a sostegno dei quali risultano indispensabili sinergie del tipo realizzato fra l’Università “Dante Alighieri” e la benemerita Fondazione “Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo”.