Reggio: “Il Baule dei Ricordi”, il musical delle V della scuola primaria Corrado Alvaro [FOTO]

Da un baule, trasportato dai bambini sul palco ad inizio spettacolo, hanno preso vita tutte le scene che si sono susseguite a ritmi coinvolgenti per tutta la sua durata

1 Musical Il baule dei ricordiDa un baule, trasportato dai bambini  sul palco ad inizio spettacolo, hanno preso vita tutte le scene che si sono susseguite a ritmi coinvolgenti per tutta la sua durata. Nei giorni scorsi si è svolto il musical che ha coinvolto oltre 70 alunni della V A, B e C che assieme alle loro insegnanti, Diano, Eraclini, Manganaro, Pizzi, Romeo, Viglialoro, hanno deciso di dare un saluto al passato per proiettarsi nel futuro. Si sono interrogati su cosa quel baule potesse contenere, trovandovi tutto l’occorrente per proseguire il cammino scolastico iniziato cinque anni fa. Paure, Amicizia, Conoscenza, Ricordi. Alle paure, alle ansie, alle insicurezze affrontate nell’arco del tempo passato nelle aule, sulle note di “Thriller” di Michael Jackson, rispondono con un grazie alle maestre, ai genitori, ai nonni che li hanno spinti a crescere. Con “Come un pittore” dei Modà, con una coreografia supportata anche da esercizi di ginnastica ritmica che attraverso i colori dei nastri i “maturandi” hanno regalato emozioni a tutto il pubblico che assiepava gli spazi dell’auditorium Zanotti Bianco. Lo spettacolo è proseguito con un’edizione speciale di Striscia la notizia  sui “nuovi mostri” dove capitan Ventosa ha intervistato le maestre, interpretate dalle bambine che hanno risposto con le espressioni caratteristiche di tutte le maestre. Tra ritmi e brani coinvolgenti si sono toccati sentimenti come l’amicizia, vista come condivisione dei momenti tristi, difficili  ed accettazione delle diversità. Raccontata grazie ad “Happy”,”Amico” ed “Braccialetti rossi”. In un crescendo di coinvolgimento e con qualche lacrima, le insegnanti hanno augurato, con un messaggio, ai loro “ragazzi”, di essere protagonisti nella vita , come lo sono stati sul palcoscenico. Il gran finale vede il baule uscire di scena, portando via tutto quello che occorrerà loro per proseguire il proprio percorso scolastico e che porteranno nel cuore e nella mente, mentre i bambini irrompono in teatro con “One” del musical A Chorus Line. E come diceva Bruno Pizzul : Tutto molto bello! Gentili Signore e Signore, il più cordiale buona sera. E buona fortuna ai bimbi.