Reggio: “basta con le polemiche l’istituto alberghiero nascerà a Condofuri”

Consigliere Provinciale Pierpaolo Zavettieri si esprime sull’argomento “Istituto Alberghiero fra Passato, presente e futuro” 

Pierpaolo Zavettieri (1)In occasione dell’incontro di sabato scorso, organizzato dall’amministrazione comunale di Condofuri presso la frazione di Lugarà, relativo all’argomento: “Istituto Alberghiero fra Passato, presente e futuro” parla Consigliere Provinciale Pierpaolo Zavettieri.

“In qualità di rappresentante dell’Ente Provincia ritengo necessario intervenire sia per una puntuale e dovuta informazione ai cittadini sia per fare chiarezza su alcuni aspetti tecnici ancora non chiari a tutti.

Dopo molti anni di attesa, riguardo ai lavori per la realizzazione del nuovo edificio da destinare a sede dell’Istituto Alberghiero nel Comune di Condofuri, sembra finalmente essere giunto il momento della concretezza. È infatti del 4 giugno u.s. la richiesta formalizzata dall’Amministrazione Provinciale alla Società Corsaro Costruzioni, aggiudicataria dell’appalto sopracitato, nella quale si richiedono entro un termine di 10 (dieci) giorni i documenti di rito al fine di procedere con immediatezza alla stipula del contratto per i relativi lavori. Nello stesso frangente in cui si registrano questi sostanziali passi in avanti, la comunità di Condofuri (cittadini, associazioni culturali e comitati, consiglieri comunali) accende ancora una volta ed opportunamente i riflettori su questa annosa vicenda.

Va precisato, purtroppo, che in questo contesto oltre alle iniziative costruttive finalizzate alla realizzazione di questo importante volano di sviluppo per Condofuri e per l’intera Provincia, trovano spazio anche strumentali polemiche, tanta disinformazione ed anche qualche insinuazione non propriamente nobile. In questi ultimi giorni infatti è stato riproposto l’argomento che mi vedrebbe protagonista o coprotagonista di un “fantomatico” disegno politico finalizzato al trasferimento dell’Istituto Alberghiero di Condofuri a Bova Marina. A tal proposito, voglio ribadire (così come nel corso degli anni ho più volte esplicitamente affermato) che ero, sono e sarò per la realizzazione del nuovo edificio a Condofuri ed ovviamente anche per il mantenimento nello stesso Comune della cosiddetta sede provvisoria. È palese che la scelta di diffondere una dichiarazione che evidenzi in modo netto la mia posizione all’interno di questa vicenda è stata operata esclusivamente per informare i cittadini.

condofuriDovrebbe essere ben noto infatti sia agli amministratori sia a tutti gli altri soggetti a vario titolo interessati alla suddetta scuola che l’Accordo di Programma Quadro ISTRUZIONE (in cui risulta inserita la costruzione dell’Istituto  Alberghiero di Condofuri per un importo di € 3.000.000/00), oltre che tutte le altre deliberazioni inerenti ad esso (regionali, provinciali e comunali)  prevedono la costruzione del nuovo edificio esclusivamente a Condofuri. Allo stesso modo il “Piano di Dimensionamento Scolastico” scorso, tanto contestato, che ha avuto efficacia dal primo settembre 2013, cosi come il nuovo Piano recentemente deliberato dalla G.R. Delib.  n. 40 del 27.02.2015, prevede che l’I.I.S. Euclide, avente sede giuridica a Bova Marina, consti di 2 (due) specifiche sedi: una a Bova Marina destinata al Liceo Scientifico ed all’Istituto Tecnico con i rispettivi indirizzi; una a Condofuri destinata all’Istituo Professionale Alberghiero con i rispettivi indirizzi.

Pertanto anche qualora si dovessero determinare situazioni di forza maggiore che impedissero il mantenimento dell’attuale sede provvisoria, ipotesi quanto mai remota; la provincia sarebbe obbligata comunque “ope legis” ad individuare un’altra eventuale sede nel comune di Condofuri (non in qualsiasi altro Comune della “Bovesia” o Area Grecanica più comunemente definita). Nella speranza che il sin qui farraginoso iter procedurale non ci riservi altre spiacevoli sorprese ed altri ingiustificabili ritardi, mi dichiaro ancora una volta e con il massimo della chiarezza al fianco dei cittadini di Condofuri e di tutte le iniziative che riterrò utili alla realizzazione di questo grande obbiettivo che vedrà nascere la sua sede fisica a Condofuri e che inevitabilmente apporterà i suoi benefici sull’intera Area Grecanica”.