Reggina, il Comune mantiene la linea dura: “le regole valgono per tutti, nessun favoritismo”

Il Comune non farà sconti alla Reggina, nella conferenza stampa a Palazzo San Giorgio, il vicesindaco Anghelone e l’assessore allo sport Nino Zimbalatti hanno mantenuto la linea dura nei confronti del club che dovrà far fronte agli impegni nel più breve tempo possibile

11650718_10206307628042476_1155881831_nLa giunta presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio ha presentato la situazione relativa alla concessione della stadio comunale ‘Oreste Granillo” alla Reggina Calcio per la stagione 2015/2016. Presenti il vicesindaco Anghelone, l’assessore allo sport Nino Zimbalatti e l’assessore al bilancio Armando Neri. L’argomento viene introdotto dal vicesindaco Anghelone:l’obiettivo è quello di far giocare la Reggina al Granillo, siamo per lo sport sano, ci sono i presupposti per far giocare la Reggina al Granillo. Siamo a conoscenza dei problemi economici della società, cercheremo di venire incontro alla Reggina e speriamo che possa iscriversi al campionato”.

Poi è il turno dell’assessore allo sport Nino Zimbalatti: “vorrei partire dalla partita di Messina, giornata indimenticabile ma dobbiamo comunque far rispettare le regole che valgono per tutti allo stesso modo. La Reggina è un patrimonio della città, rappresenta la nostra bandiera, non sarà questa amministrazione a portare la Reggina lontano da Reggio. Bisogna attivarsi affinché gli obblighi contrattuali vengano rispettati, non ci saranno favoritismi. L’amministrazione ha il dovere di riscuotere le somme, spero che la Reggina Calcio si faccia carico degli impegni. Si tratta di una concessione completa”. 

11668159_10206307628122478_625490488_nL’assessore al bilancio Armando Neri mantiene la linea dura: “il sindaco e la giunta sono i primi tifosi, l’obiettivo è portare la Reggina all’iscrizione e farla giocare al Granillo. Le regole e le leggi vanno rispettate, tutti i cittadini stanno facendo sacrifici, tutti devono rispettare le regole, anche la Reggina Calcio. Non saremo di certo noi a non far iscrivere la Reggina al prossima campionato o non permettere di giocare la Granillo, però non faremo sconti”. All’assessore poi viene chiesto in che modo la Reggina riuscirà a far fronte agli impegni: “la Reggina dovrà dirci se riuscirà ad iscriversi o meno, noi stiamo provando a fare un passo verso la società come nei confronti di tutti i cittadini”. 

Infine torna sull’argomento Nino Zimbalatti: “la Reggina dovrà saldare i debiti come tutte le società o persone, questa è una cosa giusta per rispetto nei confronti di tutti i cittadini, non ci sono cittadini di Serie A o Serie B, la legge è uguale per tutti. Il discorso temporale è compito dirigenziale e non compito dell’indirizzo politico, sicuramente nel più breve tempo possibile per completare un iter che si prolungava ormai da troppo tempo”.