Pioggia di premi per le giovani eccellenze scientifiche dell’Università degli Studi di Messina

Prestigiosi riconoscimenti scientifici per tre ricercatori dell’ateneo peloritano

unime sedeIn occasione del 12° Simposio sulla Gascromatografia bidimensionale “comprehensive”, e del 39° Simposio sulle Tecniche cromatografiche capillari, tenutisi congiuntamente a Fort Worth, Texas (USA) nel periodo 16-21 Maggio, due Post Doc dell’Università degli Studi di Messina e la direttrice scientifica della Chromaleont srl start-up dell’Università degli Studi di Messina  hanno ricevuto prestigiosi premi internazionali destinati a studiosi che operano nel campo della Scienza delle separazioni cromatografiche.

unimeIl “John Phillips Award 2015” è stato assegnato alla Dott.ssa Giorgia Purcaro: 37 anni di Montebelluna (Treviso), ha ottenuto un premio molto prestigioso a livello internazionale, assegnato a ricercatori che hanno conseguito il dottorato da meno di dieci anni e non hanno un gruppo di ricerca proprio.

Due giovani ricercatori dello Stretto, invece, hanno ottenuto altri premi importanti per i contributi orali più meritevoli: si tratta di riconoscimenti assegnati per favorire la partecipazione ai congressi internazionali. I vincitori sono il dott. Flavio Antonio Franchina, messinese di 28 anni, a cui è stato assegnato il Chromaleont travel award, e il dott. Mariosimone Zoccali, reggino anche lui 28enne, vincitore del CASSS (California Separation Science Society) travel award.

Tutti i ricercatori svolgono la loro attività di ricerca scientifica presso i laboratori del Settore Analitico-Alimentare, coordinati dal professore Luigi Mondello.