Adesso il Pd è diventato il partito dei ricchi: lo vota l’8% dei poveri, il 43% dei benestanti

Interessante sondaggio sulle intenzioni di voto: il Pd è il partito più votato, soprattutto nelle classi più agiate

Pd_logoDopo alcune settimane di flessione, il Pd torna a salire, seppure di 0,1%, nelle intenzioni di voto di Ixè, in esclusiva per Agorà (Raitre). Il partito di Matteo Renzi si conferma primo partito italiano, con il 33,9%, davanti al M5S al 22,1% (+0,4%) e alla Lega Nord (15,6%, -0,3%). Forza Italia è ormai stabilmente sotto il 10% (9,8%). Interessante la distribuzione del voto per fasce di reddito: tra gli elettori del ceto medio-alto spopola al 42,8% il Pd, che invece tra i più poveri si ferma all’8,5%. Opposto il consenso per Forza Italia, che va male tra i più ricchi (solo 8,5%) ma è il partito preferito dai meno abbienti (27,2%). L’affluenza, in calo da alcune settimane, si attesta al 58,5%.