Parte il 10 giugno da Reggio la carovana antimafie

Reggio Calabria dall'alto“Partira’ da Reggio Calabria il 10 giugno l’edizione 2015 della Carovana internazionale antimafie, promossa da Arci, Libera, Avviso pubblico, Cgil, Cisl e Uil”. Lo comunica l’Arci. “Nata nel 1994 su iniziativa di Arci Sicilia, la Carovana continua da 21 anni ad essere un grande laboratorio itinerante contro la criminalita’ organizzata, dove l’animazione sociale sul territorio ha lo scopo di contribuire a combattere la corruzione e riformare la politica, puntando alla costruzione di luoghi di aggregazione, di spazi di socialita’, per affrontare il degrado e la marginalita’ sociale attraverso la costruzione di relazioni tra le persone e di reti comunitarie”. In particolare “‘Le periferie al centro’ e’ il tema prescelto per il viaggio di quest’anno: la Carovana sceglie di entrare nelle periferie dove forti sono le spinte all’illegalita’, per supportare le realta’ positive che in questi contesti fanno quotidianamente resistenza. Le periferie del nostro Paese rappresentano infatti quei fili attraverso i quali si puo’ riannodare la societa’ ‘spezzata’: la Carovana raccogliera’ una serie di esperienze, nei quartieri piu’ difficili d’Italia, con l’obiettivo di conoscere meglio queste realta’ e di acquisirne le buone pratiche ma anche i disagi”.  “La Carovana antimafie- si legge nella nota Arci- partira’ subito dopo la conferenza stampa di presentazione, che si terra’ il 10 giugno alle 11 presso il salone dei Lampadari del comune di Reggio Calabria. Interverra’, tra gli altri, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomata’. Alla Carovana di quest’anno partecipa anche il gruppo musicale Il parto delle nuvole pesanti, che presentera’ il libro-cd ‘Terre di musica. Viaggio tra i beni confiscati alla mafia’, progetto che documenta l’esperienza dei beni confiscati alle organizzazioni criminali, e prendera’ parte alle tappe di Reggio Calabria e Cutro (Kr)”. Poi “il viaggio proseguira’ per tutto il mese di giugno, attraversando Calabria, Basilicata, Campania, Lazio, Umbria, Marche, Emilia Romagna, Toscana, per concludere la prima parte a Bruxelles il 30 giugno e ripartire di nuovo a settembre. Nei mesi di settembre e ottobre sara’ nel resto d’Italia e poi in Belgio, Spagna, Malta, Romania, Germania, Francia. Saranno coinvolti nelle varie tappe magistrati, sindaci, operatori sociali, cittadine e cittadini”. Inoltre, “due importanti iniziative saranno curate, in questa edizione, dal progetto internazionale Cartt (Campaign for awareness raising and training to fight trafficking): il campo a Rosarno dal 4 al 10 giugno e la tappa a Bruxelles a fine giugno”.