Palermo: protesta dei docenti contro la riforma della scuola

Un gruppo di docenti, sia di ruolo che precari, sta protestando all’ingresso del Teatro Massimo di Palermo, per contestate il disegno di legge sulla #BuonScuola

scuola studentiUn gruppo di docenti, sia di ruolo che precari, sta protestando all’ingresso del Teatro Massimo di Palermo, per contestate il disegno di legge sulla #BuonScuola. Questa mattina la ministra Stefania Giannini era attesa al Festival del Lavoro, organizzato dai Consulenti del Lavoro al Teatro Massimo, ma l’esponente del Governo si collegherà solo in videoconferenza e non verrà di persona. “Non ha neppure il coraggio di venire – dicono in coro i docenti armati di fischietto e di manifesto – Qui festeggiano il lavoro e noi docenti lo abbiamo perso, sia i docenti di ruolo che i precari. E’ una vergogna. Questo disegno di legge è un attacco alla democrazia”. Per i docenti il disegno di legge approvato al Senato “è anticostituzionale, perché lede il diritto al lavoro”. Tra gli slogan gridati dai docenti: “La scuola pubblica non si tocca”. Sui manifesti di legge: “Vergogna, “Giannini ministro della Pubblica distruzione”, “Pd, il partito della vergogna. Questo partito sta distruggendo la scuola e ha dichiarato guerra al popolo italiano”.