Mr. Nick Scali, uno stile d’altri tempi: quello sguardo d’amore per Reggio Calabria…

L’incontro con Nick Scali e il suo gesto d’amore per Reggio Calabria: “mi piacerebbe tantissimo vedere rinascere questa città…”

nick scali Reggina (2)Mister Nick Scali, piacere. Incontrarlo in una mite serata d’estate dopo una lunga ed estenuante attesa, diciamo un vero e proprio “inseguimento”, è stato un onore, un piacere, un’emozione. In Italia siamo abituati a chiamare “mister” l’allenatore, quello che in inglese si chiama “Coach”. Ma quando Mister Scali si presenta e ci stringe la mano non ha alcuna intenzione di sedersi in panchina. “Io alla mia età dovrei ritirarmi a pascolare nei campi“, scherza Scali che di anni ne ha compiuti 82 esattamente un mese fa. Un serio problema di salute a gennaio di quest’anno ha rallentato la trattativa con la Reggina, i discorsi preliminari intrapresi lo scorso autunno si sarebbero potuti concludere nelle prime settimane del 2015 invece tutto è slittato ad aprile con il viaggio di Foti e Fiumanò in Australia per accelerare un’operazione poi tramontana con una fumata nera. Almeno per ora.

nick scali Reggina (3)Nonostante tutto, l’82enne Re dei Mobili australiani è simpatico, umile, scherzoso e più lucido che mai. “Vi ho voluto incontrare per conoscervi, per farvi vedere che ci sono, in carne e ossa, non sono un alieno, qualcuno poteva pensare che non esistevo. Invece eccomi qui“. Disponibile, serio ma al tempo stesso gradevole e sempre cortese, è uno di quelli con cui staresti a parlare giorni interi senza stancarti mai. Torna nella sua Calabria e nella sua Reggio ogni volta che può, per amore dei luoghi da dov’è partito all’età di 19 anni lasciando San Martino di Taurianova carico di sogni che poi è riuscito a realizzare con la tenacia e la determinazione tipica dei calabresi migliori. “Amo questa terra, mi piacerebbe moltissimo vederla rinascere, risorgere“. Lo guardi negli occhi e ti accorgi subito che sono occhi carichi d’amore. Non si tratta soltanto di parole.

nick scali Reggina (1)Stile elegante, idee chiare, determinazione e serietà: con queste caratteristiche mister Scali si relaziona con un ambiente come quello reggino, oggi messo in ginocchio da una crisi sociale ed economica sempre più grave, con evidenti ripercussioni anche sul suo aspetto sportivo. I motivi che possono spingere un uomo come Nick Scali, un vero Signore d’altri tempi, ad investire su Reggio Calabria, possono essere quelli di un mecenate che fa della cultura il perno principale della propria forma-mentis, la base da cui può nascere ogni tipo di crescita e sviluppo. Un investimento di cuore, che ovviamente deve conciliarsi con le condizioni di un business che dalla Reggina può diventare quello di un’intera città. Gli scambi culturali tra l’Australia e la Calabria possono rappresentare la chiave per dare un futuro prospero a questa terra. Non solo pallone. Ecco perchè Mr. Scali è qui con quegli occhi carichi di passione, incurante di un volto e due mani segnate dal passare del tempo: no, intenzione di “ritirarsi a pascolare nei campi” non ne ha. “Spero di rivedervi presto“, è quello che ci auguriamo anche noi.