‘Ndrangheta: omicidi nel vibonese, chiesti tre ergastoli

Il pm della Dda di Catanzaro Marisa Manzini, ha chiesto tre ergastoli e due proscioglimenti per gli imputati nel processo per il duplice omicidio dei fratelli Giuseppe e Vincenzo Loielo, avvenuto il 22 aprile del 2002, ed al duplice omicidio di Raffaele Fatica e Rocco Maiolo avvenuto nei primi anni novanta

ProcessoIl pm della Dda di Catanzaro Marisa Manzini, ha chiesto tre ergastoli e due proscioglimenti per gli imputati nel processo per il duplice omicidio dei fratelli Giuseppe e Vincenzo Loielo, avvenuto il 22 aprile del 2002, ed al duplice omicidio di Raffaele Fatica e Rocco Maiolo avvenuto nei primi anni novanta. Le richieste sono state avanzate ai giudici della Corte d’Assise di Catanzaro dinanzi ai quali è in corso il processo. Entrambi gli episodi sono stati commessi nelle Preserre vibonesi nell’ambito di uno scontro tra esponenti della criminalità per il controllo del territorio. Le tre richieste di condanna all’ergastolo riguardano Bruno Emanuele, Vincenzo Bartone e Giovanni Loielo. E’ stato chiesto il proscioglimento nei confronti di Gaetano Emanuele e Franco Idà. Il processo è stato aggiornato al 9 ottobre prossimo quando si svolgeranno le arringhe difensive.