‘Ndrangheta: l’assalto di Platì del 2003, 125 persone arrestate tra cunicoli e nascondigli

Un’operazione mastodontica con 600 carabinieri impiegati, 125 arresti: il 5% della popolazione di Platì

'ndrangheta

Continua la rubrica di StrettoWeb sulle ‘ndrine, faide ed operazioni delle forze dell’ordine a Reggio e provincia. Oggi passiamo in rassegna una delle più grosse operazioni mai avvenute nel reggino con arresti e  scoperte sensazionali. Il 12 novembre del 2003 a Platì in piena notte alle 03:30 fecero  irruzione circa 600 carabinieri del battaglione paracadutisti Tuscania, dei Cacciatori di Vibo Valentia, del Raggruppamento Operativo Speciale e del Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria scoprendo un intero paese sotterraneo fatto di cunicoli dove i latitanti si rifugiavano tranquillamente.

A seguito del blitz furono arrestati diversi ex amministratori e dipendenti comunali ed  intere famiglie, per  per un totale di 125 persone.

C’è comunque da dire che  quella  eclatante  e complessa azione  di   polizia  non trovò poi un completo riscontro nella successiva azione giudiziaria, infatti  -  ci fa presente,  sia in qualità di avvocato che di cittadino platiese,  l’ Avv. Rosario  Callipari -  l’azione “si è conclusa con sole 8 (otto) condanne e tutte le altre persone prosciolte sono state profumatamente risarcite dallo Stato per ingiusta detenzione”.