‘Ndrangheta, cocaina dalla Colombia: alleanze tra cosche per la droga

Dalle indagini, sono emersi contatti tra gli Aquino-Coluccio di Marina di Gioiosa Ionica e le cosche Alvaro di Sinopoli e Pesce di Rosarno

FISCO:  ABANO DOPO CORTINA, GDF SETACCIA HOTEL TERMALIContatti, alleanze e collaborazioni tra cosche di ‘ndrangheta della Locride e dell’area tirrenica sono emersi nel corso dell’inchiesta Santa Fe’ coordinata dalla Dda di Reggio Calabria e condotta dai finanzieri del Gico di Catanzaro contro un sodalizio accusato di essere dedito al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, operante in Calabria e con importanti ramificazioni a livello nazionale ed internazionale. In particolare, dalle indagini, sono emersi contatti tra gli Aquino-Coluccio di Marina di Gioiosa Ionica e le cosche Alvaro di Sinopoli e Pesce di Rosarno. L’ operazione si e’ inserita nella piu’ ampia attivita’ condotta dalla Dea americana relativa ad una serie di indagini, svolte in diversi Paesi, aventi come denominatore comune i medesimi fornitori e, in alcuni casi, anche gli stessi clienti indagati nel procedimento “Santa Fe’ 2013″. Nel corso dell’ inchiesta, in Argentina, e’ stata monitorata l’ attivita’ di un soggetto serbo-montenegrino, in diretto contatto con i componenti la cosca Alvaro in occasione dell’ organizzazione dell’invio di un carico di cocaina. Sempre in Argentina sono stati identificati altri soggetti coinvolti nella spedizione della droga.