Messina, servizi antiambulantato abusivo: le zone turistiche le più battute

Messina: controlli per chi vende oggetti su bancarelle improvvisate

venditori ambulantiServizi specifici mirati a contrastare chi, privo di alcuna licenza e non sottoposto a controlli o tassazioni, vende oggetti di ogni tipo su bancarelle improvvisate, hanno visto impegnati i poliziotti delle Volanti. La Polizia, con l’ausilio del settore Annona dei Vigili Urbani e della Capitaneria di Porto, ha concentrato i controlli nelle zone maggiormente interessate dal fenomeno come quella degli approdi delle navi da crociera e le principali piazze e vie visitate dai turisti in visita in città. Un migliaio gli oggetti sequestrati: souvenirs di ogni tipo – occhiali da sole, cappellini, tovaglie, borse, ventagli, collanine e calamite – la cui provenienza e fattura non è in alcun modo verificabile. Più ampi controlli di Polizia sono stati poi estesi dalla Questura di Messina, ed in particolare dalle Volanti, alle zone centro e nord della città con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine. Anche la provincia messinese, ed in particolare Taormina ed il suo comprensorio, grazie all’ausilio del personale del locale Commissariato, è stato interessato da capillari servizi straordinari. Su Messina e provincia sono centinaia le persone identificate ed i veicoli controllati. Numerose le contravvenzioni al Codice della Strada elevate e i documenti di circolazioni ritirati. Effettuate anche perquisizioni personali e su veicoli.