Messina, responsabilità del medico ed eccessi nell’informazione

Concluso il XII Convegno di Primavera – Borse di Studio Silvana Romeo Cavaleri

I premiati con alcune autoritàL’importanza della cultura e della tutela del patrimonio storico – artistico e il profondo rifiuto di azioni terroristiche come quelle recenti dell’Isis, la capacità di sognare connessa al grande valore della libertà: si sono confrontati su questi temi oltre cento studenti partecipanti alle Borse di Studio Silvana Romeo Cavaleri bandite dai licei Maurolico e La Farina che ieri sono stati premiati nel corso del “Convegno di Primavera”, un evento promosso dall’Ordine dei medici e odontoiatri presieduto da Giacomo Caudo e giunto alla dodicesima edizione. La prima parte dell’assise, presieduta dal presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, è stata dedicata al tema “Salute e informazione” che ha consentito di approfondire aspetti relativi alla responsabilità medica e agli eccessi medatici per i casi di cosiddetta malasanità. Ma quanto è veloce la comunicazione nel penalizzare e quanto può incidere il rischio di una medicina difensiva, ossia di un atteggiamento dell’operatore volto più a cautelarsi con l’osservanza delle linee guida piuttosto che decidere caso per caso in base alla sua perizia. Problemi che anche il decreto Balduzzi ha complicato almeno nell’interpretazione. Ne hanno parlato il filosofo Girolamo Cotroneo con riferimento all’irrompere di media web e social nell’orientare; il magistrato della Procura di Milano Luigi Orsi sulla tutela giudiziria del paziente e gli effetti collaterali; il condirettore de Il Tempo, Sarina Biraghi soffermatasi su diritto di cronaca e deontologia.

Poi spazio al problema più specifico delle competenze e responsabilità del medico, alla gestione dell’assistenza sempre più condizionata dai parametri economici, quindi dai costi e dai tagli. Questioni da non sottovalutare per mantenere standard di qualità nella difesa della salute e concorrere all’efficienza complessiva del Sistema sanitario italiano che comunque viene tutt’oggi ritenuto tra i migliori al mondo. Relatori borse di studio cavaleriNel dibattito, moderato da Carlo Gargiulo, si sono confrontati: Ivan Cavicchi dell’Università Tor Vergata, Roberta Chersevani presidente nazionale Federazione Ordini dei medici; Giueppe Renzo, presidente nazionale Commissione odontoiatri; il costituzionalista Antonio Saitta, l’econdrocrinologo Francesco Trimarchi e il presidente della Commissione Ars Giuseppe Digiacomo.

Nella seconda parte del convegno, l’annuncio da parte del sindaco Renato Accorinti che il Comune ha deliberato di intitolare a Silvana Romeo Cavaleri la piazzola sottostante il Sacrario di Cristo Re, luogo simbolo della Città che domina lo Stretto. Quindi la consegna delle borse di studio ai liceali, presieduta dagli assessori regionali Maurizio Croce e Antonio Purpura. I premiati sono:  Vittorio Tumeo, Alessia Mesiti, Benedetta Catanoso, Arianna Caruso, Luna Cilia, Alessio Pasto per la sezione ginnasio; Roberto D’Andrea e Giacomo Cimino per il liceo; il test scientifico è stato vinto da Fabio Malacarne. Note di merito a: Costanza Pizzo, Adriana Ciccolo, Francesco Tomasello, Benedetta Ausiello, Davide Costa, Anna Barilà, Francesca La Monica e Giulio Monici. Nel Salone Borsa della Camera di Commercio, affollato di gente, il convegno è stato arricchito dall’allestimento delle mostre di pittura di Carmen Crisafulli “Colori di Primavera” e Domenico Lupis “Emozioni”.