Messina, respinto il ricorso: il processo Corsi d’Oro resta a Messina

La Corte non ha riscontrato incompatibilità di sorta

genoveseIl processo Corsi d’Oro, che vede imputati d’eccellenza quali l’ex sindaco Francantonio Genovese e l’onorevole regionale Franco Rinaldi, resterà a Messina. La Corte ha infatti respinto la richiesta di trasferimento avanzata dai legali. Favazzo e Bonni, in tal senso, avrebbero mosso dei rilievi relativi ad un presunto scandalo, che vede uomini della magistratura locale quali beneficiari di un trattamento di favore da parte della Cartour, col passaggio gratuito fra la Sicilia e la Calabria. Le indiscrezioni, però, non hanno ancora portato a nessun processo, configurandosi pertanto come rumor astratti: da qui la decisione di rigettare l’incompetenza funzionale.