Messina, al Palacultura la saletta Palumbo

Sabato prossimo la cerimonia d’intitolazione

Palacultura AntonelloSabato 27, alle ore 10, alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, si terrà la cerimonia di intitolazione della Saletta del primo piano, del Palacultura “Antonello”, all’intellettuale Vincenzo Palumbo (1915-1988), figura di spicco del mondo culturale della Messina di metà Novecento, italianista, critico d’arte e poeta. Dopo la lettura della biografia e di alcuni testi da parte dell’attore Gianni Di Giacomo, presenti i parenti del letterato, sarà inaugurato il medaglione artistico di intitolazione della Saletta. L’iniziativa, proposta dall’Associazione culturale “Antonello da Messina”, sede delegata di Messina, e approvata con delibera di Giunta municipale  n. 202 del 31 marzo scorso, intende ricordare l’uomo di cultura che per primo, nel 1954, favorì la realizzazione di un centro polivalente culturale cittadino per l’allestimento di mostre d’arte, concerti, rappresentazioni teatrali, retrospettive cinematografiche, convegni, conferenze e congressi. Palumbo, originario di Paternò (CT), ma messinese d’adozione avendo eletto la città dello Stretto come suo luogo di residenza, scrisse anche alcuni testi di grande rilievo storiografico in occasione della celebre Mostra Antonelliana del 1953, sulla figura e l’opera di Antonello da Messina e sulla Messina del 1400.